Home > Riviste > Chirurgia > Fascicoli precedenti > Chirurgia 2006 February;19(1) > Chirurgia 2006 February;19(1):45-7

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
Per abbonarsi PROMO
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi

 

CASI CLINICI   

Chirurgia 2006 February;19(1):45-7

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

aralisi bilaterale del nervo frenico dopo intervento cardiochirurgico. Descrizione di un caso clinico

Aydin H., Kandemir O.,Yorgancioglu C., Zorlutuna Y.

Department of Cardıovascular Surgery, Bayındır Hospıtal, Ankara, Turkey


PDF


Sebbene attualmente in cardiochirurgia vengano utilizzate diverse tecniche di protezioni per il miocardio, il principio basilare è quello di diminuire il consumo miocardico di ossigeno raffreddando il cuore. A questo proposito vengono utilizzate soluzioni ghiacciate topiche oltre alla cardioplegia sanguigna, che molto raramente provocano effetti scoraggianti. La paralisi diaframmatica bilaterale è una complicanza rara ma grave della cardiochirurgia, provocata principalmente dal danno provocato dall’ipotermia che può prolungare il decorso postoperatorio. Scopo di questo studio è di presentare un caso di paralisi bilaterale del diaframma, dopo intervento a cuore aperto, che si è risolta in un tempo relativamente lungo.

inizio pagina