Home > Riviste > Acta Vulnologica > Fascicoli precedenti > Acta Vulnologica 2008 September;6(3) > Acta Vulnologica 2008 September;6(3):139-48

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

 

ARTICOLI ORIGINALI   

Acta Vulnologica 2008 September;6(3):139-48

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Le ulcere neoplastiche degli arti inferiori

Corradin M. T., Fava C., Gandi A., Marcuz G.

Unità Operativa di Dermatologia Azienda Ospedaliera di Pordenone Pordenone, Italia


PDF


Obiettivo. Obiettivo dello studio è stato quello di analizzare le caratteristiche principali delle ulcere neoplastiche che trovano la loro localizzazione sulla cute degli arti inferiori, studiando anche la loro frequenza, la presentazione clinica e la modalità con cui vengono trattate.
Metodi. Sono stati analizzati in maniera retrospettiva i casi di lesioni ulcerative neoplastiche localizzate agli arti inferiori, che sono state valutate presso l’Ambulatorio di Vulnologia dell’Unità Operativa di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria degli Angeli di Pordenone nel periodo 2003-2007. I pazienti selezionati sono stati poi suddivisi per età, sesso, sede della lesione, presenza di lesione primitiva o di recidiva, di lesione singola o multipla. I risultati ottenuti sono stati successivamente analizzati ed elaborati e per alcune voci rappresentati con grafici riassuntivi.
Risultati. Dai dati da noi ottenuti è emerso che l’ulcera neoplastica di più frequente riscontrato è il carcinoma basocellulare, seguito poi da quello squamocellulare. Molto più raramente si riscontrano anche altre neoplasie, sia benigne che maligne, come cheratoacantoma, acantoma a cellule chiare, morbo di Bowen. e melanoma. Il sesso più colpito è quello femminile, l’età media dei pazienti al momento della diagnosi è di 75 anni. Lo stesso paziente può anche presentare ulcere neoplastiche multiple e spesso anamnesi positiva per pregressa neoplasia cutanea o segni di danno attinico.
Conclusioni. Le ulcere neoplastiche rappresentano un piccolo sottogruppo all’interno delle ulcere degli arti inferiori, ma per le conseguenze che il loro mancato riconoscimento può comportare, è importante saperle identificare e diagnosticare. Quando una lesione ulcerativa degli arti inferiori non tende a migliorare dopo almeno tre mesi di opportuno trattamento è necessario allestire una biopsia cutanea con esame istologico per escludere di essere in presenza di una neoplasia.

inizio pagina