Home > Riviste > Otorhinolaryngology > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2011 December;61(4) > Otorinolaringologia 2011 December;61(4):143-51

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

  AGGIORNAMENTI IN OTORINOLARINGOLOGIA NEL 2011 

Otorinolaringologia 2011 December;61(4):143-51

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Prevenzione delle complicanze nella chirurgia endoscopica dei seni paranasali

Leung R. M., Chandra R. K.

Department of Otolaryngology-Head and Neck Surgery, Northwestern University Feinberg School of Medicine, Chicago, IL, USA


PDF


Per effettuare una chirurgia endoscopica dei seni paranasali efficace e senza complicanze sono necessarie conoscenze approfondite su più livelli. In primo luogo, i chirurghi devono conoscere perfettamente l’anatomia dei seni paranasali e tutte le possibili varianti anatomiche. La sistematica valutazione preoperatoria dell’imaging e la considerazione di tutte le possibili insidie dell’intervento rappresentano i fattori più importanti della prevenzione. In secondo luogo, utilizzare una tecnica chirurgica che minimizzi il trauma e prestare particolare attenzione alle zone a rischio contribuisce a limitare il rischio di lesioni e di esiti insoddisfacenti. Infine, è importante la prevenzione secondaria. Una volta che la lesione si è prodotta, bisogna prevenire conseguenze più gravi. Viene preso in considerazione il trattamento di ematomi retrorbitari e perdite di liquido cerebrospinale per prevenire cecità e meningite. Questo articolo fornisce un approccio sistematico a ognuno di questi aspetti fondamentali della chirurgia endoscopica dei seni paranasali. Seguendo questo approccio, è possibile minimizzare il rischio di complicanze intraoperatorie.

inizio pagina