Home > Riviste > Italian Journal of Dermatology and Venereology > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2012 December;147(6) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2012 December;147(6):563-71

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

  LINFOMI CUTANEI: COSA C’È DI NUOVO 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2012 December;147(6):563-71

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Linfomi cutanei a cellule T avanzati/aggressivi: come migliorare l’efficacia del trattamento

Zinzani P. L.

“L. e A. Seràgnoli” Institute of Hematology, University of Bologna, Bologna, Italy


PDF


I regimi di trattamento dei pazienti linfoma primitivo cutaneo di derivazione T linfocitaria variano notevolmente in funzione delle condizioni cliniche del paziente e dello status della malattia. Le terapie dirette sulla cute sono raccomandate per i pazienti con micosi fungoide in stadio IA ed IB ed eventualmente in combinazione con altri farmaci nei casi refrattari. Al momento alcun regime terapeutico ha dimostrato un allungamento della sopravvivenza negli stadi avanzati; i regimi contenenti immunomodulanti dovrebbero essere inizialmente utilizzati per ridurre la necessità di terapie citotossiche. Nell’ambito della terapia della malattia avanzata vi sono diversi nuovi farmaci innovativi che stanno mostrando promettenti risultati clinici.

inizio pagina