Home > Riviste > Italian Journal of Dermatology and Venereology > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2011 October;146(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2011 October;146(5):333-9

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

  NOVITÀ IN DERMATOLOGIA 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2011 October;146(5):333-9

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Nuove tendenze in dermatoscopia

Nami N. 1, Rubegni P. 1, Massone C. 2, Fimiani M. 1, Hofmann-Wellenhof R. 2

1 Department of Clinical Medicine and Immunological Science, Dermatology Section, University of Siena, Siena, Italy; 2 Department of Dermatology, Medical University of Graz, Graz, Austria


PDF


I dermatologi, nel loro training formativo, imparano ad osservare, riconoscere e classificare le lesioni, al fine di ricavarne quegli stereotipi che permettono loro di formulare la diagnosi. Per questo motivo, essi non hanno avvertito l’esigenza di sviluppare mezzi atti ad affiancarsi all’esame obiettivo. Da qualche anno tuttavia questa sorta di pregiudizio sta scomparendo ed anche la dermatologia ha incominciato ad avvalersi della semeiotica strumentale. Fra le apparecchiature più collaudate in ambito clinico, merita ricordare la dermatoscopia e l’analisi dermoscopica digitale. La recente disponibilità di camere digitali e telefoni di ultima generazione dotati di sistemi ottici in grado di acquisire immagini di lesioni pigmentarie in epiluminescenza, ha ampliato ulteriormente il range di strumenti a nostra disposizione.

inizio pagina