Home > Riviste > Italian Journal of Dermatology and Venereology > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2010 April;145(2) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2010 April;145(2):195-204

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

REVIEW  NEUROBIOLOGIA DELLA CUTE 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2010 April;145(2):195-204

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Ruolo delle cellule mastocitarie e delle fibre sensitive nell’infiammazione cutanea

Harvima I. T., Nilsson G., Naukkarinen A.

1 Department of Dermatology, Kuopio University Hospital and University of Eastern Finland, Kuopio, Finland 2 Department of Medicine, Karolinska Institutet Stockholm, Sweden 3 Department of Pathology, Kuopio University Hospital Kuopio, Finland


PDF


Le cellule mastocitarie sono potenti cellule infiam-matorie, che si trovano in stretta associazione funzionale ed anatomica con le fibre nervose sensitive a livello cutaneo. Nelle situazioni di stress psicologico, il sistema neuroendocrino e le fibre nervose sensitive periferiche vengono attivati, con conseguente rilascio di mediatori, come neuropeptidi, neurotrofine, l’ormone rilasciante la corticotropina, il “corticotropin-releasing hormone” e l’“a-melanocyte-stimulating hormone”, che a loro volta sono in grado di attivare le cellule mastocitarie. D’altra parte, i mediatori rilasciati dalle cellule mastocitarie, tra cui l’istamina, la triptasi e il “nerve growth factor”, possono a loro volta eccitare e stimolare le circostanti fibre contenenti il neuro peptide C, con conseguente potenziamento dell’infiamma-zione neurogenica. In questi meccanismi, le citochine e le chemochine vengono rilasciate dalla cellule mastocitarie. Nelle patologie croniche della cute, psoriasi, dermatite atopica e pustulosi palmoplantare, i contatti tra le cellule mastocitarie triptasi positive e i nervi sensitive sono aumentati nel numero; questo meccanismo costituisce la base morfologica per l’aumentata interazione tra cellule mastocitarie e fibre nervose sensitive nella cute cronicamente infiammata. Pertanto, in questa revisione, vengono discusse le attuali conoscenze relative al ruolo delle cellule mastocitarie cutanee e delle fibre nervose sensitive e alla loro attivazione in situazioni di stress psichico.

inizio pagina