Home > Riviste > Italian Journal of Dermatology and Venereology > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 December;135(6) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 December;135(6):675-7

ULTIMO FASCICOLO
 

JOURNAL TOOLS

Opzioni di pubblicazione
eTOC
Per abbonarsi
Sottometti un articolo
Segnala alla tua biblioteca
 

ARTICLE TOOLS

Estratti
Permessi
Share

 

REVIEWS   

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2000 December;135(6):675-7

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Trattamento dell’iperidrosi idiopatica con la tossina botulinica tipo A

Breit S., Heckmann M., Plewig G.

From the Klinik und Poliklinik für Dermatologie und Allergologie Ludwig-Maximilians Universität - Munchen, Germany


PDF


L’iperidrosi grave può presentarsi come una condizione fastidiosa per il paziente ed una sfida terapeutica per il medico curante. La tossina botulinica tipo A può inibire specificamente la trasmissione neuromuscolare acetilcolina dipendente, e viene impiegata solitamente per il rilassamento dei muscoli spastici o distonici. Può inoltre bloccare potentemente l’innervazione simpatica colinergica delle ghiandole sudoripare. Pertanto, la tossina botulinica A ha recentemente ottenuto l’attenzione della dermatologia, come potente modalità terapeutica per l’iperidosi circoscritta. L’iniezione intradermica di tossina botulinica tipo A a livello ascellare o nelle mani, diminuisce efficacemente la sudorazione con pochi effetti collaterali. I risultati terapeutici sono generalmente definiti dai pazienti come «completamente soddisfacenti». La tossina botulinica tipo A rappresenta per l’iperidosi severa un’opzione terapeutica veloce, sicura ed altamente efficace.

inizio pagina