Home > Journals > Il Giornale della Vaccinazione > Past Issues > Il Giornale della Vaccinazione 2020 Luglio/Dicembre;12(2) > Il Giornale della Vaccinazione 2020 Luglio/Dicembre;12(2):41-6

CURRENT ISSUE
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
To subscribe
Recommend to your librarian
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Reprints
Permissions
Cite this article as

 

ARTICOLO ORIGINALE   

Il Giornale della Vaccinazione 2020 Luglio/Dicembre;12(2):41-6

language: Italian

Le vaccinazioni incluse nel Calendario vaccinale nazionale come strumento di contrasto dell’antibiotico-resistenza

Federico MARCHETTI

Direzione medica Vaccini GSK, Verona, Italia


PDF


L’antimicrobico-resistenza (AMR) costituisce un urgente problema mondiale. L’AMR prende consistenza quando un microorganismo si modifica a seguito della sua esposizione a un farmaco antimicrobico, sia esso un antibiotico, un antivirale, un antifungino ecc e diventa capace di sopravvivere al trattamento stesso (resistenza). Come risultato, i farmaci antimicrobici diventano inefficaci e le infezioni permangono nell’organismo umano, incrementando il rischio di fallimento clinico e diffusione ad altri individui. In Italia il fenomeno dell’AMR ha una dimensione allarmante. Secondo le ultime stime in Italia ogni anno circa 10.000 persone muoino a causa dell’AMR ed entro il 2050 ne moriranno oltre 450.000, con un costo complessivo pari a 13 miliardi di dollari. Il Ministero della Salute ha, da qualche anno, predisposto e coordinato una serie di misure di contrasto dell’AMR, inquadrate nella prospettiva “One Health”, poi armonizzate nel “Piano di contrasto dell’Antimicrobicoresistenza 2017-2020” (PNCAR). L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha ribadito che le vaccinazioni esistenti possono prevenire malattie infettive che necessitano di antimicrobici per essere curate o infezioni virali primarie, che sono spesso trattate inappropriatamente con antibiotici e che possono anche dare luogo ad infezioni secondarie che richiedono un trattamento antibiotico, In una prospettiva “One Health”, tutti i professionisti che operano nel campo della salute dovrebbero adoperarsi nel raccomandare la vaccinazioni non solo per aumentare il livello di salute complessivo della popolazione ma anche per contribuire efficacemente a contrastare un fenomeno che altrimenti determinerà costi altissimi in termini di vite umane nei prossimi anni.


KEY WORDS: Vaccinazioni; Antimicrobicoresistenza; Italia

top of page