Home > Journals > Gazzetta Medica Italiana Archivio per le Scienze Mediche > Past Issues > Gazzetta Medica Italiana - Archivio per le Scienze Mediche 2020 April;179(4) > Gazzetta Medica Italiana - Archivio per le Scienze Mediche 2020 April;179(4):238-46

CURRENT ISSUE
 

JOURNAL TOOLS

eTOC
To subscribe PROMO
Submit an article
Recommend to your librarian
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Reprints
Permissions
Cite this article as
Share

 

ORIGINAL ARTICLE   

Gazzetta Medica Italiana - Archivio per le Scienze Mediche 2020 April;179(4):238-46

DOI: 10.23736/S0393-3660.19.04088-9

Copyright © 2019 EDIZIONI MINERVA MEDICA

language: Italian

Guarigioni inaspettate nel santuario cattolico di Lourdes: revisione epidemiologica sui casi riconosciuti canonicamente a 160 anni dalle apparizioni

Gerardo IULIANO

Formerly Chairman Unit of Demyelinating Diseases, Center for Multiple Sclerosis, Ospedali Riuniti University Hospital, Salerno, Italy



OBIETTIVO: Le guarigioni riportate a Lourdes, Francia, dal 1858, anno delle visioni di Bernadette Subirous, sono state ampiamente presentate nella letteratura medica, ma mai valutate statisticamente. Il lavoro presente descrive epidemiologicamente la distribuzione spaziale e storica della casistica (70 pazienti) riconosciuta dalle istituzioni medica ed ecclesiastica (Vescovo locale), a 160 anni dalle apparizioni.
METODI: Le variabili erano data di nascita, età, sesso, residenza, stato religioso o laico, caratteri clinici, luogo e data di guarigione, data di riconoscimento, istituzione medica e religiosa, dati storici come politica, guerre, dittature, conflitti internazionali, eventi religiosi, scoperte mediche. I dati sono stati valutati statisticamente con ANOVA, tavole di frequenza, regressione multipla, e modelli di forecast.
RISULTATI: Tra i risultati significativi vi sono un progressivo calo senza però una definita cessazione delle guarigioni, variazioni nel tempo delle diagnosi, picchi di guarigioni legati a istituzioni mediche, e momenti storici, come guerre, conflitti internazionali, ideologie, politica, ed eventi ecclesiali. La frequenza delle guarigioni può essere interpretata come espressione del bisogno religioso nella popolazione. I riconoscimenti canonici esprimerebbero la risposta della Chiesa a questi bisogni. Il calo delle certificazioni sembra per lo più legato all’obsolescenza dei criteri clinici, basati su linee guida risalenti al XVIII secolo.
CONCLUSIONI: Un approccio evidence-based attraverso la formulazione di livelli di evidenza e gradi di raccomandazione basati su lavori statistici e revisioni sistematiche, potrebbe limitare il lavoro del medico all’indicazione della probabilità dell’evento, e della sua variabilità.


KEY WORDS: Faith healing; Religion and medicine; Epidemiology

top of page