Home > Riviste > Italian Journal of Vascular and Endovascular Surgery > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 2003 March;10(1) > Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 2003 March;10(1):15-25

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ITALIAN JOURNAL OF VASCULAR AND ENDOVASCULAR SURGERY

Rivista di Chirurgia Vascolare ed Endovascolare


Official Journal of the Italian Society of Vascular and Endovascular Surgery
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 2003 March;10(1):15-25

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Trattamento endovascolare dell’ischemia critica degli arti inferiori in pazienti diabetici

Porcellini M., Del Guercio L., Cecere D., Spinetti F., Di Lella D., Bracale G.

Cattedra di Chirurgia Vascolare Università degli Studi di Napoli Federico II, Napoli


PDF  


Obiettivo. L’influenza della malattia diabetica sul salvataggio degli arti è materia controversa. Scopo di questo studio è la valutazione dei risultati del trattamento endovascolare dell’ischemia critica degli arti inferiori in pazienti diabetici rispetto ai non diabetici.
Metodi. Durante un periodo di 7 anni, 33 pazienti con ischemia critica degli arti inferiori, diabetici (gruppo I; n=16) e non diabetici (gruppo II; n=17), sono stati sottoposti a trattamento endovascolare.
Risultati. Tra i pazienti del gruppo I e II non vi erano differenze significative per età, sesso, fattori di rischio, indicazioni al trattamento, indici caviglia-braccio preoperatori. Il salvataggio degli arti (<30 giorni) nei gruppi I e II è stato del 77,8% e 94,4% (NS), rispettivamente. Nei pazienti diabetici, delle 4 amputazioni precoci, 3 sono state praticate in arti con arterie pervie dopo il trattamento endovascolare. Non vi è stata mortalità correlata al trattamento (<30 giorni). Durante un follow-up medio di 25 mesi ( 9-84 mesi) nei diabetici e di 30 mesi (7-72 mesi) nei non diabetici, si è ottenuto il salvataggio degli arti nel 66,7% e 83,3% (NS) dei casi. Si sono verificati 3 (18,7%) decessi a distanza nel gruppo I ed 1 (5,9%) nel gruppo II (NS) per malattie cardiache o neoplasie.
Conclusioni. I risultati del trattamento endovascolare nei pazienti diabetici, in termini di salvataggio di arti, sono similari a quelli ottenuti nei non diabetici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail