Home > Riviste > Italian Journal of Vascular and Endovascular Surgery > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 2001 September;8(3) > Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 2001 September;8(3):231-41

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ITALIAN JOURNAL OF VASCULAR AND ENDOVASCULAR SURGERY

Rivista di Chirurgia Vascolare ed Endovascolare


Official Journal of the Italian Society of Vascular and Endovascular Surgery
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 2001 September;8(3):231-41

lingua: Inglese, Italiano

Occlusione dell’arteria carotidea comune. Diagnosi e trattamento

Appolloni A., Ronchey S., Castrucci T., Battistini M., Ippoliti A., Pistolese G. R.

From the Department of Vascular Surgery “Tor Vergata” University, Rome, Italy


PDF  


Obiettivo. Scopo del lavoro è di valutare quale sia la metodica diagnostica più affidabile nell’evidenziare la pervietà della biforcazione carotidea in presenza di occlusione della carotide comune e, in questi casi, quale sia il trattamento chirurgico di scelta.
Metodi. Abbiamo esaminato 20 casi di occlusione della carotide comune: l’eco color-Doppler e l’angiografia concordavano in 18 pazienti. Nei rimanenti 2 la pervietà della biforcazione carotidea in uno e dell’asse carotideo a valle di una occlusione del tronco anonimo nell'altro, è stata stabilita grazie all’eco color-Doppler. Dieci pazienti sono stati sottoposti ad intervento chirurgico: 2 a bypass aorto carotideo, 7 a bypass succlavio-carotideo, 1 a byass succlavio-succlavio con reimpianto della carotide comune.
Risultati. Nel perioperatorio si è verificato 1 stroke per sindrome da iperperfusione. Al follow-up (48 mesi) tutti gli impianti protesici erano pervi ed i pazienti operati erano asintomatici dal punto di vista neurologico; uno è deceduto per infarto del miocardio.
Conclusioni. L’eco color-Doppler sembra la metodica di scelta nel diagnosticare la pervietà della biforcazione in caso di occlusione della carotide comune. Il bypass succlavio carotideo rappresenta in questi casi la tecnica chirurgica che con minimo trauma garantisce risultati immediati e a distanza soddisfacenti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail