Home > Riviste > Italian Journal of Vascular and Endovascular Surgery > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 2000 March;7(1) > Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 2000 March;7(1):25-33

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ITALIAN JOURNAL OF VASCULAR AND ENDOVASCULAR SURGERY

Rivista di Chirurgia Vascolare ed Endovascolare


Official Journal of the Italian Society of Vascular and Endovascular Surgery
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Emerging Sources Citation Index, Scopus


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 2000 March;7(1):25-33

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Misurazione del diametro aorto-iliaco da cadavere

Raso A. M., Varetto G., Bellan A., Maselli M., Sandrone N., Zan S.

From the Department and the Specialization School of Vascular Surgery (Head: Prof. A. M. Raso) Department of Medical and Surgical Sciences Turin University, Turin, Italy


PDF  


Obiettivo. Attraverso la misurazione dei diametri arteriosi aorto-iliaci da cadavere, abbiamo cercato di determinare le possibili relazioni tra i calibri arteriosi e l’età, l’altezza, il peso e la superficie corporea dei reperti esaminati, confrontando i nostri risultati con quelli di altri studi presenti in letteratura.
Metodi. Sono stati isolati i vasi arteriosi aorto-iliaci di 81 cadaveri sottoposti a riscontro diagnostico della causa di morte ed è stata eseguita la misurazione del diametro esterno in quattro
punti stabiliti. Sono state inoltre raccolte informazioni riguardanti il sesso, l’altezza, il peso, la superficie corporea dei reperti autoptici esaminati per eseguire la correlazione con il diametro aortico. La popolazione presa in esame è costituita da reperti di aorta definiti normali; sono stati individuati, quali criteri di esclusione dallo studio, le patologie aneurismatiche o dilatative dell’aorta, le rotture e le dissecazioni aortiche, le aorte gravemente calcifiche e con aterosclerosi tale da compromettere una corretta misurazione e tutti i reperti di aorte sottoposte ad interventi chirurgici ricostruttivi.
Risultati. Tra i numerosi dati da noi ottenuti e convalidati da analisi statistica, emerge che il diametro arterioso misurato a livello dell’aorta soprarenale, sottorenale e delle arterie iliache comuni destra e sinistra, è correlato significativamente con l’età, con una p<0,001, per i tutti quattro i punti di misurazione, nel gruppo dei maschi. Stesso risultato di significatività statistica è emerso dalla correlazione tra i diametri aortici e l’età nel gruppo delle femmine (p<0,001). Lo studio statistico, mediante la regressione lineare e l’analisi di varianza, per confrontare i valori medi dei diametri nelle quattro classi di età è risultato significativo solamente per il gruppo dei maschi (p<0,001).
Conclusioni. I risultati delle misurazioni arteriose da cadavere dimostrano che i diametri dell’aorta e delle arterie iliache aumentano significativamente con l’età sia nel gruppo dei maschi che in quello delle femmine; i valori medi dei diametri aorto-iliaci sono maggiori nel gruppo dei maschi rispetto a quelle delle femmine. Inoltre la taglia dell’individuo non è assolutamente significativa. In presenza di patologie aneurismatiche e ipoplasiche dell’aorta addominale, queste considerazioni possono costituire uno strumento di riferimento interessante per pervenire ad una definizione diagnostica che tenga conto dell’effettiva distribuzione dei diametri arteriosi nella popolazione generale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail