Home > Riviste > Italian Journal of Vascular and Endovascular Surgery > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 1999 December;6(4) > Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 1999 December;6(4):239-50

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ITALIAN JOURNAL OF VASCULAR AND ENDOVASCULAR SURGERY

Rivista di Chirurgia Vascolare ed Endovascolare


Official Journal of the Italian Society of Vascular and Endovascular Surgery
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Chirurgia Vascolare 1999 December;6(4):239-50

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Aneurismi dell’arteria ipogastrica (Indicazioni del trattamento chirurgico ed accorgimenti di tattica e tecnica chirurgica)

Ippoliti A., Di Giulio L., Pistolese G. R.

From the Vascular Surgery Department and Specialisation School “Tor Vergata” University, Rome, Italy


PDF  


Obiettivo. Studio del quadro clinico, delle metodologie diagnostiche e del trattamento degli aneurismi dell’arteria ipogastrica.
Metodi. Di 729 pazienti operati dal luglio 1990 al marzo 1999 per aneurisma del distretto aorto-iliaco, 18 presentavano un aneurisma dell’arteria iliaca interna: 12 erano associati ad un aneurisma dell’aorta addominale, mentre 6 erano isolati, di cui 1 bilaterale. 2 pazienti erano sintomatici: 1 operato d’urgenza per rottura, l’altro con idronefrosi. Età media: 67 anni; 16 maschi e 2 femmine. I pazienti trattati in elezione sono stati sottoposti a studio ultrasonografico, TC ed angiografico. Dei 12 casi con aneurisma aortico associato, in 4 è stata effettuata la sola legatura prossimale, in 8 è stata associata aneurismorrafia e sutura di rami afferenti; di quest’ultimi in 1 caso è stata rivascolarizzata l’ipogastrica più distalmente ed in un altro reimpiantata l’arteria mesenterica inferiore. Tra i 6 casi isolati, in 2 si è proceduto a legatura prossimale e distale con resezione dell’aneurisma, in altri 2 a sutura prossimale e riduzione della sacca, in 1 caso ad aneurismorrafia ed a sostituzione protesica tra l’iliaca comune ed esterna. Nel paziente con aneurisma bilaterale è stata effettuata da un lato la resezione aneurismatica e dall’altro il posizionamento di uno stent ricoperto iliaco dopo embolizzazione dell’ipogastrica.
Risultati. Mortalità operatoria: 2 casi (11,1%), uno per infarto miocardico, l’altro, rotto, per insufficienza multiorgano. Il quadro clinico del paziente con idronefrosi si è risolto dopo l’intervento.
Conclusioni. Al controllo a distanza (follow-up medio: 52 mesi) si sono avuti 2 decessi (11,8%) per infarto miocardico a 28 e 44 mesi dall’intervento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail