Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2012 December;62(4) > Otorinolaringologia 2012 December;62(4):191-200

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

REVIEW  


Otorinolaringologia 2012 December;62(4):191-200

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Trattamento precoce del cancro della glottide: riesame dell’evidenza

Belzile M. 1, Fung K. 1, Palma D. A. 2, Yoo J. 1, Nichols A. C. 1

1 Department of Otolaryngology-Head and Neck Surgery, Victoria Hospital-London Health Sciences Center, Schulich School of Medicine and Dentistry, Western University, London, ON, Canada;
2 Department of Radiation Oncology, Western University, London, ON, Canada


PDF  


Il dibattito per determinare il trattamento ottimale del carcinoma a cellule squamose della corda vocale in fase precoce è ancora in corso. La radioterapia e la microchirurgia laser transorale rimangono gli interventi terapeutici più diffusi per questo tipo di cancro. Il seguente riesame della letteratura recente su questo argomento dimostra che gli studi retrospettivi non sono sufficientemente rigorosi dal punto di vista scientifico per chiarire questa problematica equivoca. Il corpo delle evidenze, in gran parte basato su dati non randomizzati, ribadisce l’equivalenza in termini di controllo locale, sopravvivenza senza malattia e qualità di vita voce-correlata. Per quanto riguarda l’analisi di utilità dei costi, la microchirurgia laser transorale sembra essere superiore alla radioterapia, quando nel confronto delle due modalità vengono utilizzate le previsioni attuariali, sulla base dei risultati oncologici a cinque anni. La percentuale di conservazione della laringe è certamente il risultato più esplicito da interpretare, poiché si nota una tendenza a risultati migliori per la chirurgia. Tuttavia, la qualità della voce sembra essere leggermente migliore con la radioterapia, ma i dati sono ancora contrastanti. Le lesioni di piccole dimensioni ben circoscritte e isolate a una corda vocale (T1a) possono tranquillamente essere trattabili con terapia chirurgica primaria, con particolare attenzione alla valutazione definita dei margini. In futuro, gli sforzi dovrebbero essere diretti verso l’identificazione di biomarcatori predittivi della risposta alla radioterapia. In questa prospettiva è necessario progettare studi randomizzati controllati.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail