Ricerca avanzata

Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2012 Dicembre;62(4) > Otorinolaringologia 2012 Dicembre;62(4):173-82

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOOTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0026-4938

Online ISSN 1827-188X

 

Otorinolaringologia 2012 Dicembre;62(4):173-82

IMPIANTI ACUSTICI 

Stimolazione acustica diretta del nervo cocleare

Stieger C. 1, 2, Bernhard H. 3, Kompis M. 4, Caversaccio M. 4

1 Department of ENT Head and Neck Surgery I ARTORG Center, Inselspital, University of Bern, Bern, Switzerland;
2 Department of Otology and Laryngology, Harvard Medical School, Eaton Peabody Laboratory, Massachusetts Eye and Ear Infirmary, Boston, MA, USA;
3 Helbling Technik Bern AG, Liebefeld, Switzerland;
4 University Department of ENT, Head and Neck Sugery, Inselspital, Bern, Switzerland

Lo stimolatore acustico diretto del nervo cocleare (direct acoustic cochlear stimulator, DACS) è un sistema uditivo impiantabile per il trattamento di pazienti affetti da perdita di udito da moderata a mista. Il principio di funzionamento prevede un potente azionatore elettromeccanico che fornisce un livello di pressione sonora equivalente (equivalent sound pressure level, ESPL) di almeno 115 dB SPL per le basse frequenze. Tale azionatore è impiantato nella cavità mastoidea e guida una protesi tradizionale della staffa verso la finestra ovale che è collegata direttamente al fluido dell’orecchio interno. Il concetto del sistema DACS è stato valutato clinicamente in tre studi clinici su un totale di 28 pazienti con perdita uditiva mista, da moderata a grave. In tali studi non si è verificato nessun espianto correlato al dispositivo. Attualmente, i risultati pubblicati includono 12 pazienti con una soglia di conduzione ossea (BC) di almeno 35 db HL e un’ulteriore differenza di soglia audiometrica tra via aerea e via ossea (air-bone gap) di almeno 30 dB HL. Tutti i pazienti erano affetti da otosclerosi. I livelli di conduzione ossea non si sono deteriorati a causa dell’impianto del sistema DACS. Il sistema DACS ha migliorato la media delle soglie di oltre 50 dB rispetto alla situazione preoperatoria non trattata. L’indice di intelligibilità del parlato (speech discrimination score, SDS) a livello di conversazione (65 dB SPL) era più elevato dell’80% per i pazienti dove la soglia di conduzione ossea media (BC PTA) non oltrepassava i 60 dBHL. Per i pazienti con soglie BC PTA più elevate l’intelligibilità del parlato potrebbe essere notevolmente più bassa. Tale effetto viene osservato anche per altri dispositivi uditivi. In conclusione, i risultati pubblicati dagli studi sul sistema DACS mostrano che il sistema DACS è un trattamento sicuro ed efficace per i pazienti con perdita uditiva mista grave.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina