Ricerca avanzata

Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2011 Dicembre;61(4) > Otorinolaringologia 2011 Dicembre;61(4):177-87

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOOTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0026-4938

Online ISSN 1827-188X

 

Otorinolaringologia 2011 Dicembre;61(4):177-87

AGGIORNAMENTI IN OTORINOLARINGOLOGIA NEL 2011 

Progressi nel trattamento dell’acufene

Bauer C. A.

Department of Otolaryngology Head and Neck Surgery, Southern Illinois University School of Medicine, Springfield IL, USA

L’acufene è la percezione di un suono che non ha una corrispondenza esterna. Questo sintomo è presente nell’uomo da millenni e non è condizionato da variabili sociali, culturali o economiche. L’acufene cronico è un fenomeno complesso che ha sempre rappresentato una sfida per i medici che affrontano questo problema nella pratica clinica e per gli scienziati che cercano di identificare i meccanismi responsabili di una percezione acustica illusoria. Nella maggior parte delle persone, la percezione dell’acufene non è fortemente molesta, disturbante o fastidiosa. Per alcuni, la percezione di un suono continuo dal quale non si riesce a liberarsi è debilitante. In certi casi, l’acufene è un sintomo di una malattia dell’orecchio che può trarre beneficio da un intervento chirurgico. In altri casi l’acufene è un sintomo secondario di una malattia non otologica ed è destinato a migliorare o a risolversi con il trattamento medico del problema primario, come per esempio in caso di allergie ambientali, emicrania o ipertensione. Nella maggior parte dei casi di acufene fastidioso cronico, il sintomo risulta da un’ipoacusia neurosensoriale. Questa associazione ha implicazioni significative per gli attuali orientamenti sui meccanismi alla base di questa patologia e sui trattamenti appropriati, che saranno discussi in questo articolo. Da secoli abbiamo a disposizione trattamenti diretti a eliminare gli acufeni. I trattamenti più antichi erano basati su metodi empirici e su evidenze aneddotiche. I progressi nel campo delle neuroscienze, la disponibilità di strumenti di valutazione dei correlati neurali dell’acufene e lo sviluppo di modelli per l’elaborazione di teorie di test dell’acufene hanno portato a studi clinici “theory-driven”. Sarà presentata una panoramica delle basi teoriche degli attuali trattamenti dell’acufene e saranno indicate le aree che appaiono promettenti per tradurre la scienza di base in trattamenti clinici. Saranno inoltre presi in considerazione i progressi compiuti nei trattamenti dell’acufene, e la base razionale di questi trattamenti.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina