Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2010 September;60(3) > Otorinolaringologia 2010 September;60(3):165-70

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

  TERAPIE INTRATIMPANICHE PER I DISORDINI DELL’ORECCHIO INTERNO


Otorinolaringologia 2010 September;60(3):165-70

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Somministrazione intratimpanica di gadolinio per la valutazione delle dimensioni dello spazio endolinfatico e il movimento dei farmaci nell’orecchio interno

Nakashima T., Naganawa S., Sone M., Teranishi M.

1 Department of Otorhinolaryngology, Nagoya University School of Medicine, Japan 2 Department of Radiology, Nagoya University School of Medicine, Japan


PDF  


Obiettivo. Valutare come I farmaci somministrati per via intratimpanica si muovano all’interno dell’orecchio interno durante la terapia farmacologica intratimpanica per malattie dell’orecchio interno.
Metodi. Un giorno dopo l’iniezione intratimpanica del mezzo di contrasto gadolinio (Gd), una risonanza magnetica nucleare (RMN) è stata effettuata in 120 pazienti affetti da patologie dell’orecchio interno.
Risultati. È stato visualizzato il Gd che era entrato nello spazio perilinfatico. Tuttavia, nel 18% degli orecchi, l’enhancement del Gd era assente o scarso a causa dell’alterata permeabilità della finestra rotonda. Poiché lo spazio endolinfatico non era contrastato dal Gd, esso poteva essere visualizzato.
Conclusioni. L’iniezione intratimpanica di Gd e la RMN forniscono utili informazioni per la terapia farmacologica intratimpanica nel trattamento di patologie dell’orecchio interno.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail