Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2009 Dicembre;59(4) > Otorinolaringologia 2009 Dicembre;59(4):229-39

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

REVIEW  


Otorinolaringologia 2009 Dicembre;59(4):229-39

lingua: Inglese

Tonsillite infantile e tonsillectomia

Robb P. J.

Department of Otolaryngology, Epsom and St. Helier University Hospitals, Epsom, UK


PDF  


Nell’infanzia il mal di gola e la tonsillite rappresentano motivi comuni per richiedere l’intervento del medico; il loro costo in termini di tempo e di terapie antibiotiche è elevato. Per il mal di gola e la faringite virale gli antibiotici sembrano avere un piccolo impatto sulla velocità di risoluzione dei sintomi; l’evidenza emergente sulle infezioni derivanti dal biofilm indica che le tonsilliti ricorrenti potrebbero ricadere in questo tipo di infezioni, spiegando perché gli antibiotici sono inefficaci, ma la rimozione della fonte di infezione (ad esempio le tonsille) evita la comparsa di tonsilliti acute ricorrenti. Mentre i genitori percepiscono la tonsillectomia come un rimedio efficace per le tonsilliti acute ricorrenti dei loro bambini, l’evidenza a supporto della tonsillectomia, derivante da studi clinici controllati e randomizzati, non è né a favore né contro il beneficio che essa può apportare. L’evidenza derivante da ricerche di alto livello è spesso difficile da interpretare, dal momento che i soggetti con mal di gola e tonsillite sono spesso considerati come un unico gruppo e le indicazioni per l’intervento chirurgico spesso comprendono sia le infezioni ricorrenti che l’ostruzione delle vie aeree superiori; gli studi eseguiti sulla tonsillectomia spesso comprendono alcuni bambini sottoposti ad adenoidectomia nell’ambito dello stesso intervento. Le limitazioni della ricerca relativa all’assistenza primaria comprendono la mancanza di un test clinico obiettivo per differenziare in modo economico e più rapido le faringiti virali e il mal di gola dalle tonsilliti batteriche acute. Nel Regno Unito l’effetto della medicina socializzata, del controllo sulla salute pubblica e delle limitazioni della spesa hanno avuto l’effetto di una riduzione del numero di interventi prima numerosi quali quelli di tonsillectomia. Nell’ultimo decennio anche aspetti correlati alla variante della malattia di Creutzfeldt-Jacob e alla possibile trasmissione inter-paziente attraverso strumenti chirurgici utilizzati per le tonsillectomie hanno avuto un impatto sul ricorso alla tonsillectomia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail