Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2009 September;59(3) > Otorinolaringologia 2009 September;59(3):141-55

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

REVIEW  NEOPLASIE DEL DISTRETTO CAPO-COLLO


Otorinolaringologia 2009 September;59(3):141-55

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Il ruolo della PET nel carcinoma del distretto capo-collo: più del solo 18FDG

Heuveling D. A., De Bree R., Van Dongen G. A. M. S.

1 Department of Otolaryngology / Head and Neck Surgery, VU University Medical Center, Amsterdam, The Netherlands 2 Department of Nuclear Medicine and PET Research, VU University Medical Center, Amsterdam, The Netherlands


PDF  


La tomografia ad emissione di positroni (PET) rappresenta una modalità di imaging funzionale, che è ampiamente utilizzata in oncologia. L’integrazione della PET con la TC (PET/TC) ha permesso di acquisire nello stesso momento informazioni morfologiche dettagliate, fatto che è particolarmente importante nell’ambito del complesso dal punto di vista anatomico distretto capo-collo. In questa revisione generale, gli Autori discutono il ruolo maggiormente definito della 18FDG-PET nel trattamento del carcinoma del distretto capo-collo, focalizzando l’attenzione sui fattori pro- e contro per quanto riguarda la stadiazione della malattia e la predizione e monitorizzazione della risposta al trattamento. Il 18FDG non rappresenta il tracciante ideale per tutte queste applicazioni, e pertanto vengono proposti diversi nuovi traccianti-PET metabolici. Inoltre, vengono previsti nuovi campi di applicazione della PET. L’ipossia costituisce un fenomeno frequente nel carcinoma del distretto capo-collo ed è associata ad una scarsa risposta al trattamento (chemio)radioterapico. Pertanto, l’informazione riguardante l’ipossia potrebbe influenzare le decisioni terapeutiche. Vengono discussi diversi traccianti PET candidati per l’ipossia. Con le crescenti conoscenze relative a bersagli molecolari critici nel carcinoma del distretto capo-collo (tra cui il recettore dell’epidermal growth factor), numerosi nuovi farmaci diretti contro molecole del cancro diventeranno disponibili in ambito clinico, tra cui gli anticorpi monoclonali e gli inibitori delle tirosin-kinasi. Una volta che questi farmaci sono stati marcati con un emittente di positroni, la loro distribuzione all’interno del corpo umano può essere rappresentata in modo quantitativo con la PET. In questa maniera, la PET può essere utilizzata come guida per lo sviluppo dei farmaci e per la selezione del trattamento appropriato per il singolo paziente (medicina personalizzata).

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail