Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2008 September;58(3) > Otorinolaringologia 2008 September;58(3):147-51

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

CASI CLINICI  


Otorinolaringologia 2008 September;58(3):147-51

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Sindrome cervicogenica oto-oculare: descrizione di due casi clinici

Giuliano D. A. 1, Teglia R. 1, Averono G. 1, Robiolio L. 1, Pavignano N. 1, Falciglia R. 2, Colombani F. 1

1 Unità Operativa di Otorinolaringoiatria Ospedale degli Infermi, Biella, Italia 2 Unità Operativa di Otorinolaringoiatria Ospedale Umberto I, Enna, Italia


PDF  


La sindrome cervicogenica oto-oculare è una sindrome vestibolare periferica, contrassegnata da vertigini episodiche di tipo oggettivo associate ad acufeni, midriasi e manifestazioni neurovegetative di modica entità, la cui eziopatogenesi è riconducibile a un’abnorme stimolazione della compagine anteriore del simpatico cervicale. I connotati clinico-fisiopatologici di tale affezione inducono la sua erronea inclusione nell’ambito delle “sindromi ménièriformi” per le quali non sussiste un trattamento terapeutico specifico. In realtà, per tale sindrome, una volta correttamente individuata tramite appositi ausili diagnostici, è possibile delineare un protocollo terapeutico standard in grado di condurre alla totale risoluzione delle turbe di matrice vestibolare. A dimostrazione di quanto detto, vengono di seguito riportati due casi clinici giunti alla nostra osservazione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail