Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2008 Giugno;58(2) > Otorinolaringologia 2008 Giugno;58(2):107-12

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

REVIEW  


Otorinolaringologia 2008 Giugno;58(2):107-12

lingua: Inglese

Sialoendoscopia: un approccio minimamente invasivo per il trattamento delle ostruzioni delle ghiandole salivari

Hasson O.

Oral and Maxillofacial Surgeon, Ramat Gan, Israel


PDF  


La tecnica sialoendoscopica rappresenta una procedura alternativa per il trattamento delle ostruzioni delle ghiandole salivari. Utilizzando una piccola videocamera e vari altri strumenti endoscopici, è possibile raggiungere e rimuovere i sialoliti nelle aree posteriori del dotto salivare (posteriormente al primo molare per quanto riguarda il dotto di Wharton e nell’area del massetere per quanto riguarda il dotto di Stensen). Le procedure per via endoscopica evidenziano anche gli aspetti micro-anatomici dei dotti delle ghiandole salivari, che prima dell’avvento di questa tecnica potevano essere evidenziati solamente con i sialogrammi o con l’esame istologico. In generale, le procedure per via endoscopica vengono eseguite in anestesia locale o combinata con sedazione per via endovenosa. Il recupero postoperatorio è rapido e permette un rapido ritorno alle normali attività quotidiane.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail