Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2007 June;57(2) > Otorinolaringologia 2007 June;57(2):77-90

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

REVIEW  


Otorinolaringologia 2007 June;57(2):77-90

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Trattamento chirurgico delle sinusiti croniche odontogene: una review

Politi M. 1, Zerman N. 2, Sembronio S. 1, Toro C. 1, Costa F. 1

1 Department of Maxillofacial Surgery University of Udine, Udine, Italy 2 Department of Oral Pathology University of Ferrara, Ferrara, Italy


PDF  


Le sinusiti odontogene rappresentano il 10-12% delle sinusiti mascellari. Il seno mascellare è situato tra la cavità nasale ed il cavo orale ed è pertanto suscettibile di contaminazione batterica sia da parte dei germi del cavo orale che delle prime vie aeree. Le sinusiti odontogene differiscono per fisiopatologia e trattamento dalle sinusiti di altra natura. Usualmente si manifestano quando la membrana di Schneider viene distrutta da patologie infettive originatesi dai denti antrali, cause iatrogene quali estrazioni dentarie, fistole oro antrali non adeguatamente trattae, terapie endodontiche e posizionamento incongruo di impianti dentali. L’aspergilloma mascellare può anch’esso essere considerato una sinusite odontogena, in accordo con la teoria secondo cui l’eziopatogenesi dell’infezione fungina non invasiva sarebbe riconducibile a una contaminazione iatrogena del seno mascellare in corso di cure dentarie. Dolore dentario, cefalea, senso di tensione a livello della parete anteriore del seno mascellare possono essere presenti in associazione con sintomi più caratteristici delle rinosinusiti quali congestione nasale, rinorrea con o senza secrezione rinofaringea. La diagnosi delle sinusiti odontogene mascellari deve avvalersi di un’accurata anamnesi dentale e medica che includa i sintomi riferiti dal paziente e un’accurata anamnesi patologica prossima e remota. A questa deve affiancarsi una diagnostica radiografica sinusale e dentale. Solo il contemporaneo ed adeguato trattamento della sorgente odontogena e della sinusite può assicurare la completa risoluzione dell’infezione e prevenire eventuali recidive e complicanze. Il trattamento chirurgico della sorgente odontogena dell’infezione richiede un approccio intraorale. Il tradizionale intervento secondo Caldwell-Luc non appare il trattamento di scelta dell’infiammazione cronica endosinusale di origine dentaria in ragione sia dei risultati clinici, che della fisiologia sinusale. Al contrario, la chirurgia endoscopica funzionale del seno mascellare, in associazione all’approccio intraorale della sorgente dentaria di infezione, appare il trattamento di scelta delle sinusiti odontogene.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail