Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2007 June;57(2) > Otorinolaringologia 2007 June;57(2):51-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

REVIEW  


Otorinolaringologia 2007 June;57(2):51-7

lingua: Inglese

Stato dell’arte sul trattamento del carcinoma della laringe: l’opinione del chirurgo

Fischetto D., Marioni G., Marchese-Ragona R., Staffieri A.

Department of Medical and Surgical Specialties Section of Otolaryngology University of Padova, Padova, Italy


PDF  


Il carcinoma laringeo rappresenta l’11° forma di cancro più comune a livello mondiale con circa 52 000 nuovi casi annui in Europa e circa 9 500-11 000 negli Stati Uniti. Il trattamento del carcinoma della laringe ha subito una graduale evoluzione che può essere distinta in 3 fasi. Nella 1° fase il trattamento era focalizzato sulla radicalità oncologica della procedura chirurgica, come la laringectomia totale. Nella 2° fase l’attenzione veniva posta sulla conservazione funzionale dell’organo, in particolare della voce, rispettando la radicalità oncologica. Nella 3° ed attuale fase, il trattamento si focalizza sulla conservazione dell’organo combinando le diverse procedure a disposizione: la radioterapia, la chemioterapia e la chirurgia. Per un ottimo risultato del trattamento del carcinoma laringeo è necessaria una corretta selezione dei pazienti ed approcci terapeutici mirati. L’approccio attuale al trattamento del carcinoma laringeo richiede la presenza e la collaborazione di una equipe composta da chirurghi della testa e del collo, radioterapisti, oncologi medici, anatomo-patologi e terapisti del linguaggio e della deglutizione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail