Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2007 March;57(1) > Otorinolaringologia 2007 March;57(1):9-16

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Otorinolaringologia 2007 March;57(1):9-16

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Analisi del controllo posturale statico-dinamico nella sclerosi multipla

Falciglia R., Giuliano D. A.

Unità Operativa di Otorinolaringoiatria Azienda Ospedaliera Umberto I, Enna


PDF  


Obiettivo. Si calcola che circa il 5% dei soggetti affetti da sclerosi multipla in forma cronica remittente presenta turbe dell’equilibrio rappresentate prevalentemente da alterazioni del controllo posturale statico-dinamico. Lo scopo del lavoro è stato quello di compiere un’attenta analisi delle suddette alterazioni al fine di individuare un pattern posturologico in grado di consentire la formulazione del sospetto diagnostico in fase antecedente l’esecuzione delle indagini di imaging.
Metodi. Sono stati esaminati 80 pazienti (45 di sesso maschile, 35 di sesso femminile; età media±DS: 28±4,5 anni; range 22-44 anni) affetti da sclerosi multipla associata a compromissione del controllo posturale. L’esame di ciascun singolo paziente contemplava: l’anamnesi generale ed otoneurologica, la compilazione di un questionario anamnestico, l’esame obiettivo otologico, l’esame clinico della funzione vestibolare ed infine la valutazione posturologica in condizioni statiche e dinamiche mediante Equi test.
Risultati. L’analisi sensoriale ha svelato una prevalente compromissione del quoziente propriocettivo, risultato patologico nel 82,5% (66/80) delle osservazioni, rispetto agli altri quozienti ed un effetto stabilizzante della deprivazione visuo-propriocettiva mentre l’analisi di strategia ha permesso di rilevare l’impiego della strategia di anca nella totalità dei casi di disequilibrio severo. Nel test del controllo motorio, infine, è stato evidenziato un significativo deficit del programma posturale flessorio.
Conclusioni. In definitiva, riteniamo che la definizione diagnostica della sclerosi multipla in fase di esordio possa avvalersi delle indagini posturologiche e che i rilievi maggiormente significativi siano almeno tre: prevalente interessamento del sistema propriocettivo, deprivazione visuo-propriocettiva ad effetto stabilizzante e deficit funzionale del programma posturale flessorio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail