Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2006 Marzo;56(1) > Otorinolaringologia 2006 Marzo;56(1):17-25

ULTIMO FASCICOLOOTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

REVIEW  RINITI ALLERGICHE


Otorinolaringologia 2006 Marzo;56(1):17-25

lingua: Inglese

Probiotics as therapy for atopic disease

Furrie E.

Department of Immunology Ninewells Hospital and Medical School, Dundee, UK


PDF  ESTRATTI


I probiotici sono supplementi alimentari contenenti microrganismi viventi che esercitano un effetto benefico sulla salute della persona che li assume. È noto che la loro colonizzazione migliora la resistenza alle infezioni da parte dei patogeni nel tratto gastrointestinale. È stato anche suggerito che abbiano un effetto sia sul controllo dell’omeostasi immunitaria che sul rafforzamento della funzione di barriera a livello delle superfici epiteliali di tutto il corpo. L’allergia viene provocata da una reazione immune che è sproporzionata rispetto allo stimolo antigenico. L’allergia classica è una reazione da ipersensibilità di tipo I mediata dall’interazione dei mastociti (e degli eosinofili) ricoperti da IgE specifiche che interagiscono con l’allergene. La risposta fisiologica è rappresentata dall’infiammazione, che comunemente si manifesta con orticaria, rinite, vomito e diarrea, a seconda della via di ingresso dell’allergene. Nelle reazioni estreme si può giungere allo shock anafilattico, che può essere fatale. Le risposte allergiche di tipo cronico comunemente si manifestano con asma ed eczema (dermatite atopica). Tutti questi sintomi sono la conseguenza di una stimolazione inappropriata del sistema immune in risposta a un antigene ambientale o alimentare. Dopo la nascita, per la colonizzazione batterica del colon sterile sono essenziali appropriati stimoli microbiologici per reindirizzare la risposta immune presente nel neonato, che sino a quel momento è sbilanciata in senso Th2. Questa normale interazione tra il neonato e i microbi si pensa che venga compromessa, nei Paesi occidentali, da una riduzione dei bifidobatteri e da un aumento delle specie appartenenti ai clostridi, soprattutto nel caso di neonati non allattati al seno. L’efficacia della terapia probiotica per la prevenzione della malattia allergica nei neonati è stata dimostrata da diversi studi, nei quali come probiotici sono stati utilizzati E. coli e lactobacillus GG. Questi studi hanno dimostrato una riduzione a lungo termine dei sintomi dermatologici dell’allergia nel gruppo trattato con lactobacilli, nel quale si è avuta una riduzione dell’incidenza dell’eczema atopico. La possibile gestione dell’allergia con i probiotici è anche stata dimostrata nei bambini piccoli, utilizzando i lactobacilli per controllare l’eczema atopico con o senza allergia al latte vaccino. Sfortunatamente questi risultati positivi non si sono ripetuti in studi eseguiti in bambini più grandi e nei giovani adulti con asma e rinite allergica.

inizio pagina