Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2004 Giugno;54(2) > Otorinolaringologia 2004 Giugno;54(2):125-30

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

REVIEWS  


Otorinolaringologia 2004 Giugno;54(2):125-30

lingua: Inglese

Il trattamento dell’otosclerosi. Una review

Berenholz L., Schuring A., Lippy W. H.

The Lippy Group for Ear, Nose and Throat, Warren, OH, USA


PDF  


In questo articolo si effettua una review del nostro approccio terapeutico all’otosclerosi, basato principalmente sull’esperienza dell’autore più anziano (WHL) nel corso di 42 anni di lavoro. L’esperienza si avvale di dati e risultati ricavati su 17 000 casi, incluse 2 000 revisioni. Verranno presi in considerazione aspetti importanti relativi al quadro clinico, agli esami fisici e all’interpretazione dei risultati audiologici. Si descrive quindi l’approccio chirurgico adottato con tecniche che sono state perfezionate nel corso degli ultimi decenni. Il trattamento chirurgico in anestesia locale facilita la collaborazione del paziente e permette l’utilizzo di strumenti audiometrici intraoperatori. Il chirurgo che esegue la stapedectomia deve essere in grado di gestire le variazioni che talvolta si verificano nell’orecchio medio nei casi di otosclerosi. Una corretta gestione di tali variazioni aumenta le probabilità di successo dell’intervento chirurgico. La stapedectomia può essere utilizzata nel paziente anziano così come nel bambino con un elevato tasso di riuscita. Tale tecnica chirurgica è stata presa in considerazione in altri sottogruppi: gruppi pilota, otosclerosi in fase avanzata, ipoacusia cronica, erosione dell’incudine e revisioni.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail