Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2004 June;54(2) > Otorinolaringologia 2004 June;54(2):93-101

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

REVIEWS  


Otorinolaringologia 2004 June;54(2):93-101

lingua: Italiano

Laringectomia ricostruttiva per il trattamento dei carcinomi squamosi della laringe. Stato dell’arte

Bussi M., Carlevato M. T., Ferrario F.

Divisione di Otorinolaringologia Università Vita-Salute San Raffaele, Milano


PDF  


In una fase di forte attenzione al recupero funzionale dei pazienti portatori di tumori laringei, le laringectomie subtotali trovano precisa collocazione fra le opzioni disponibili: esse possono risolvere problemi non bypassabili con chirurgia laser, competere con protocolli di preservazione d’organo e anche garantire il rattrapage dei fallimenti di queste altre terapie.
L’obiettivo ovvio quanto opportuno è quello di suffragare la crescente convinzione che la laringectomia totale non può più che rappresentare un’opzione chirurgica di ultima scelta, da riservare a casi di osservazione estremamente tardiva, non più passibili di altri trattamenti.
Cerchiamo qui di fornire uno stato dell’arte, focalizzando l’attenzione sulla crico-joido-epiglottopessia (CIEP) e sulla crico-joidopessia (CIP), sulle attuali indicazioni, possibilità di integrazione, accorgimenti tecnici messi a punto in questi ultimi anni in cui tali interventi sono stati eseguiti con maggior diffusione, dedicando particolare attenzione ai problemi di ordine funzionale, alla luce delle attuali conoscenze in materia e ai risultati estrapolati dall’esperienza personale e dai dati della letteratura.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail