Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2003 Settembre;53(3) > Otorinolaringologia 2003 Settembre;53(3):99-107

ULTIMO FASCICOLOOTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

REVIEWS  LA RINOSINUSITE CRONICA


Otorinolaringologia 2003 Settembre;53(3):99-107

lingua: Inglese

Rinosinusite: nuove strategie terapeutiche

Bergogne-Bérézin E.

Laboratory of Microbiology CHU Bichat-Claude Bernard, Paris, France


PDF  ESTRATTI


La rinosinusite acuta rappresenta una delle cause più frequenti delle infezioni di tipo acuto e di tipo cronico osservate nella comunità. L’infezione virale iniziale può essere seguita da una sovrainfezione batterica, che può a sua volta essere dimostrata mediante indagini specifiche, come l’isolamento del batterio patogeno. Nella maggior parte dei casi la diagnosi è di tipo presuntivo. Il trattamento sintomatico è mirato alla riduzione del dolore e dell’infiammazione, al fine di consentire un più agevole drenaggio del materiale purulento. La decisione di fare ricorso alla terapia antibiotica è tuttora oggetto di discussione. Sono stati utilizzati diversi antibiotici, ma le attuali linee-guida forniscono precise indicazioni circa la scelta e la durata ottimale della terapia antibiotica, sulla base di: 1) dati epidemiologici riguardanti i batteri patogeni e i loro profili di resistenza agli antibiotici; 2) una migliore comprensione della farmacologia degli antibiotici, utile per determinarne il dosaggio e i regimi di somministrazione; 3) studi di confronto condotti in doppio cieco, che valutano l’efficacia degli antibiotici vs placebo e delle β-lattamine vs i macrolidi. L’utilizzo dei nuovi farmaci (fluorochinoloni, ketolidi) deve essere analizzato nei termini del rapporto costo/efficacia.

inizio pagina