Ricerca avanzata

Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2003 Giugno;53(2) > Otorinolaringologia 2003 Giugno;53(2):43-54

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOOTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia

Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0026-4938

Online ISSN 1827-188X

 

Otorinolaringologia 2003 Giugno;53(2):43-54

 ARTICOLI ORIGINALI

Proposta di una classificazione originale delle disfunzioni vestibolari e del sistema miofasciale cervicale secondarie a traumi da colpo di frusta

Armato E. 1, Ferri E. 1, Andreella P. 1, Nicolai C. 2, Ulmer E. 3

1 Unità Operativa Autonoma di Otorinolaringoiatria Ospedale di Dolo, Venezia
2 Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni in Mestre, Venezia
3 Service ORL, Hôpital Nord, Marsiglia, Francia

Obiettivo. Il crescente incremento negli anni del numero di incidenti stradali ha determinato sia l’aumento degli accessi ospedalieri per sindromi legate al “colpo di frusta” che il lievitare delle domande di risarcimento danni per postumi conseguenti a questa patologia post-traumatica, suscitando con ciò un evidente interesse sia clinico-diagnostico che giuridico-amministrativo. Le controversie medico-legali, limitate per lo più alla sola sede civilistica, risultano essenzialmente legate ai difformi pareri in tema di valutazione percentualistica del danno biologico permanente residuato a tali lesioni. Sulla stregua del dilagare di un numero sempre maggiore di valutazioni medico-legali per lo più arbitrarie ed ingiuste, si è tentato di stilare un protocollo di studio clinico-strumentale che possa rappresentare un reale metodo di obiettivazione delle menomazioni del sistema dell’equilibrio. Scopo del presente lavoro è quello di suggerire, nell’ambito della costante acquisizione da parte del medico-legale di indagini strumentali necessarie ed indispensabili per un corretto approccio alla sintomatologia vertiginosa ed agli eventuali danni a carico del sistema dell’equilibrio, una nuova procedura di analisi del sistema vestibolare che possa classificarne le reali alterazioni funzionali a mezzo di una serie di diagrammi che correlano i dati clinico-strumentali con l’entità della patologia post-traumatica.
Metodi. Dal 1992 la videonistagmoscopia (VNS) e la videonistagmografia (VNG) hanno fatto irruzione nella pratica ORL e hanno sensibilmente modificato l’approccio alle sindromi vestibolari, offrendo allo specialista otorinolaringoiatra l’opportunità di condurre con obiettività e metodo scientifico lo studio del sistema dell’equilibrio. Dal febbraio 1998 all’aprile 2002 sono stati studiati 853 pazienti affetti da sindrome vertiginosa successiva ad un trauma cranico e/o cervicale. Lo studio otovestibolare ha compreso un esame audiometrico tonale, i potenziali evocati uditivi del tronco encefalico a latenza breve, un esame otovestibologico clinico e strumentale (prove bitermiche, prove rotatorie, prove visuooculomotorie, test di stabilometria statica). L’analisi dell’oculomotricità è stata condotta con il sistema videooculografico ULMER.
Risultati. Degli 853 pazienti esaminati, 179 (21% del totale) sono risultati normali, dei restanti 674 (79% del totale) sono stati presi in considerazione 634 pazienti (40sono stati esclusi in quanto non è stato possibile procedere ad una rielaborazione corretta dei dati dei test vestibolari). I 634 pazienti sono stati suddivisi in 4 gruppi: 1) 309 pazienti con ipovalenza labirintica monolaterale; 2) 162 pazienti con un Ny spontaneo-posizionale non associato a ipovalenza labirintica; 3) 66 pazienti con preponderanza direzionale non associata a ipovalenza labirintica monolaterale (alle prove caloriche), né NNyy spontaneo-posizionali all’esame fisico; 4) 97 pazienti con alterazioni alle prove o con un’interferenza delle strutture cervicali sull’oculomotricità riflessa.
Conclusioni. Per rappresentare ciascuna delle 3 categorie delle disfunzioni del sistema dell’equilibrio sono stati realizzati 3 differenti diagrammi che raggruppano le alterazioni funzionali definite dai test diagnostico-strumentali.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina