Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 2002 Dicembre;52(4) > Otorinolaringologia 2002 Dicembre;52(4)147-54

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

REVIEWS  


Otorinolaringologia 2002 Dicembre;52(4)147-54

lingua: Italiano

Valutazioni otorinolaringoiatriche ed ortognatodontiche della ostruzione respiratoria nasale in soggetti con dismorfismi cranio-facciali

Lucariello G., Iorio N., Diomajuta A.

Divisione di Otorinolaringoiatria Ospedale Civile «San G. Moscati» di Aversa, Aversa


PDF  


La letteratura è ricca di osservazioni cliniche e sperimentali inerenti i rapporti fra ostruzione respiratoria nasale (ORN) e dismorfismi cranio-facciali; numerosissime sono le tecniche d’indagine proposte per lo studio di tali rapporti.
Il nostro obiettivo è quello di individuare parametri di indagine utili ai fini clinici e di semplice applicabilità per consentirne l’uso di routine, al fine di definire al meglio le caratteristiche dell’ORN sul piano otorinolaringoiatrico e a complemento di queste, i caratteri strutturali maxillo-facciali sui quali e nei quali agisce l’ORN.
Pertanto si ritiene di interesse rilevante la collaborazione fra l’otorinolaringoiatra e l’ortognatodontista, sia nella fase della diagnosi che in quella della terapia.
Le indagini otorinolaringoiatriche considerate sono: l’esame obiettivo, la rinomanometria anteriore attiva, l’esame impedenzometrico.
Nella metodica ortognatodontica, ai fini diagnostici, si utilizzano teleradiografie del cranio, con tessuti molli, in proiezione laterolaterale e posteroanteriore orientando la testa secondo il piano di Francoforte. Su tali radiogrammi si ricavano mediante l’individuazione delle strutture interessate, dei tracciati, detti appunto, cefalometrici sui quali è possibile valutare la dimensione delle varie strutture: lo spazio rinofaringeo, la postura linguale, la divergenza cranio- mandibolare e l’angolo goniaco.
Si propongono delle schede di valutazione da utilizzare come cartellina clinica o da inserire in una cartella clinica di più ampio contesto, impostata secondo i parametri di valutazione di natura otorinolaringoiatrica e ortodontica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail