Home > Riviste > Otorinolaringologia > Fascicoli precedenti > Otorinolaringologia 1999 December;49(4) > Otorinolaringologia 1999 December;49(4):187-91

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

OTORINOLARINGOLOGIA

Rivista di Otorinolaringologia, Chirurgia Maxillo-Facciale,
Chirurgia Plastica Ricostruttiva, Otoneurochirurgia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus


eTOC

 

CASI CLINICI  


Otorinolaringologia 1999 December;49(4):187-91

lingua: Inglese

Sindrome di Forestier: sintomi otolaringologici

Grillo C., La Mantia I., La Boria A., Allegra E., Garozzo A.

From the ENT Department (Director: Prof. A. Serra) ENT Chair (Director: Prof. C. Grillo) University of Catania, Catania


Full text temporaneamente non disponibile on-line. Contattaci  


La disfagia è un sintomo di comune riscontro nella pratica otorinolaringoiatrica; spesso è associata a sensazione di corpo estraneo faringo-laringeo, odinofagia, disfonia, tosse, dolore laterocervicale e ad una diminuita motilità del collo. Tutti questi sintomi possono essere provocati da una DISH (Diffuse Idiopatic Skeletal Hyperostosis) cervicale nota altresì come sindrome di Forestier.
Spesso i pazienti con disfagia, prima di consultare lo specialista ORL, vengono sottoposti ad esami radiografici dell’esofago o ad esofagogastroscopia.
Lo scopo di questo studio è di dimostrare come la routinaria esecuzione di esami fibroendoscopici delle VADS (Vie Aero-Digestive Superiori) può facilitare sia la diagnosi sia la scelta della condotta terapeutica più idonea riducendo così: l’esecuzione di esami non necessari per il paziente e i tempi di ospedalizzazione.
Gli Autori presentano 3 casi di disfagia causata da crescita iperostosica di osteofiti del rachide cervicale (sindrome DISH) comprimente la porzione inferiore del faringe e la porzione superiore della laringe causando una parziale ostruzione dell’aditus laringeo.
Viene descritta l’obiettività dell’esame rinofaringolaringofibroscopico e radiografico del tratto cervicale del rachide alla diagnosi ed al controllo dopo 6 mesi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail