Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2013 Dicembre;65(4) > Minerva Urologica e Nefrologica 2013 Dicembre;65(4):249-62

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536

 

Minerva Urologica e Nefrologica 2013 Dicembre;65(4):249-62

AGGIORNAMENTI IN UROLOGIA - PARTE I 

Glicosamminoglicani intravescicali nella gestione della cistite cronica

Iacovelli V., Topazio L., Gaziev G., Bove P., Vespasiani G., Finazzi Agrò E.

Department of Urology, Tor Vergata University of Rome, Rome, Italy

I glicosamminoglicani (GAGs) rappresentano una classe di molecole altamente idrofile e polianioniche che rivestono la superficie interna della mucosa vescicale. I principali GAGs endogeni sono rappresentati dal condroitin-solfato, dal dermatan-solfato e dall’eparan-solfato.
Un danneggiamento dello strato mucoso di GAGs rappresenta il substrato di diverse condizioni morbose della vescica. Un urotelio esposto a sostanze chimiche quali il potassio, l’urea, l’ammonio può sviluppare un processo infiammatorio/neurogeno che si pone alla base di patologie quali la cistite interstiziale e la sindrome della vescica dolorosa (IC/BPS), nelle cistiti croniche post chemio-immunoterapia, nelle cistiti attiniche e nelle cistiti emorragiche così come, nella sindrome della vescica iperattiva (OAB). Il film di GAGs endogeni rappresenta inoltre una barriera fisiologica di difesa contro i microrganismi responsabili di infezioni ricorrenti del tratto urinario (UTIs).
Alla luce di queste considerazioni fisiopatologiche, negli anni ’90 è nata la terapia endovescicale di instillazioni con GAGs per sostenere un ripristino della innata barriera mucosa vescicale. La revisione sistematica della letteratura ci ha condotto a 33 lavori sulla terapia di reintegrazione intravescicale di GAGs (22 sulla IC/BPS, 3 sulle UTIs, 2 sulle cistiti emorragiche, 1 sulle cistiti post chemio-immunoterapia vescicale, 3 sulle cistiti attiniche e 2 sull’OAB. Del totale degli studi, solamente 6 sono risultati controllati e con un impianto scientifico robusto.
Dopo circa vent’anni dall’esordio clinico di questo approccio terapeutico, abbiamo sottolineato la mancanza di grandi trial clinici con un power adeguato capaci di dare rilievo e razionale scientifico all’impiego di GAGs nella terapia di numerose patologie vescicali.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina