Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2012 December;64(4) > Minerva Urologica e Nefrologica 2012 December;64(4):233-43

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

  AGGIORNAMENTI IN UROLOGIA ONCOLOGICA


Minerva Urologica e Nefrologica 2012 December;64(4):233-43

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Perfezionamento della biopsia prostatica

Bostancı Y., Kazzazı A., Djavan B.

New York University School of Medicine, New York, NY, USA


PDF  


Le tecniche di biopsia prostatica si sono notevolmente evolute a partire dall’originaria tecnica di Hodge. Sebbene la biopsia prostatica guidata da ecografia transrettale (transrectal ultrasound, TRUS) sia considerata lo standard di riferimento per la diagnosi del carcinoma prostatico (CP), le strategie da attuare per le biopsie iniziali e ripetute restano oggetto di controversia. Nonostante la diffusa applicazione dei protocolli di biopsia prostatica estesa, il tasso di falsi negativi resta elevato e il rilevamento precoce del CP resta limitato. Il perfezionamento delle procedure di bx prostatica riduce la possibilità di trovarsi di fronte alla scelta di dover ripetere la biopsia. Obiettivo della presente review è quello di fornire un aggiornamento basato sulle evidenze in relazione agli attuali metodi di bx prostatica e di discutere delle strategie volte a ottimizzare le procedure bioptiche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

bob.djavan@nyumc.org