Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2012 September;64(3) > Minerva Urologica e Nefrologica 2012 September;64(3):153-62

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

  DIALISI: AGGIORNAMENTI


Minerva Urologica e Nefrologica 2012 September;64(3):153-62

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Dialisi peritoneale e patologia cardiovascolare

Balafa O. 1, Krediet R. T. 2

1 Department of Nephrology, University Hospital of Ioannina, Ioannina, Greece;
2 Division of Nephrology, Department of Medicine, Academic Medical Centre University of Amsterdam, Amsterdam, The Netherlands


PDF  


La morte per cause cardiovascolari è la più frequente causa di decesso in pazienti sottoposti a dialisi peritoneale (DP). I fattori di rischio non sono limitati a quelli presenti nella popolazione generale, poiché vi sono anche quelli correlati all’insufficienza renale in stadio terminale (ESRD) e quelli specifici alla dialisi peritoneale. L’ipertensione è il maggiore fattore di rischio generico in pazienti sottoposti a dialisi peritoneale, mentre l’obesità resta un fattore di rischio controverso. L’occorrenza di infiammazione e malnutrizione, calcificazioni e probabilmente disfunzione endoteliale e stress ossidativo sono tutti fattori di rischio cardiovascolare presenti nell’ESRD che contribuiscono alla mortalità dei pazienti in dialisi peritoneale. Ulteriori fattori di rischio cardiovascolare nella dialisi peritoneale sono correlati al carico di glucosio, comportando una maggiore resistenza insulinica e un profilo lipidico più aterogenico. La presenza di prodotti derivanti dalla degradazione del glucosio nelle soluzioni dialitiche convenzionali è collegata principalmente allo sviluppo di anomalie peritoneali, ma non direttamente alla patologia cardiovascolare. La perdita della funzione renale residua e il fallimento dell’ultrafiltrazione causano iperidratazione, la quale è il maggiore fattore di rischio correlato alla dialisi peritoneale per la patologia cardiovascolare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

olgabalafa@gmail.com