Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2012 Marzo;64(1) > Minerva Urologica e Nefrologica 2012 Marzo;64(1):19-33

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536

 

Minerva Urologica e Nefrologica 2012 Marzo;64(1):19-33

LE BASI DELL’UROLOGIA 

Biologia delle cellule staminali del cancro prostatico

Yu C. 1, 2, Yao Z. 2, Jiang Y. 1, 2, Keller E. T. 1

1 Department of Urology and Pathology, University of Michigan, Ann Arbor, MI, USA;
2 Department of Immunology, Tianjin Key Laboratory of Cellular and Molecular Immunology, Key Laboratory of Educational Ministry of China Tianjin Medical University, Tianjin, P.R. China

Il modello delle cellule staminali tumorali (CST) fornisce una comprensione della fisiopatologia dei tumori e della loro risposta terapeutica. Nonostante il modello delle CST sia controverso, esso fornisce una base per l’esplorazione della biologia tumorale. Nella presente rassegna, forniamo una panoramica dei concetti, della biologia e delle potenziali vie terapeutiche relative alle CST. Ci soffermeremo poi sulle CST prostatiche, includendo 1) la loro presunta origine come cellule derivate dallo strato basale o da quello luminale; 2) i marcatori utilizzati per l’identificazione delle CST prostatiche; 3) le alterazioni delle vie di segnalazione nelle CST prostatiche; 4) il coinvolgimento delle CST prostatiche nella metastasi del PCa e 5) la regolazione mediata da microRNA delle CST prostatiche. Sebbene l’evidenza definitiva per l’identificazione e la caratterizzazione delle CST prostatiche sia ancora poco chiara, future direzioni che perseguono obiettivi terapeutici delle CST potrebbero fornire nuove comprensioni per il trattamento del PCa.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina