Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2011 September;63(3) > Minerva Urologica e Nefrologica 2011 September;63(3):213-25

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

  NOVITÀ NEL CARCINOMA RENALE


Minerva Urologica e Nefrologica 2011 September;63(3):213-25

lingua: Inglese

Nuovi strumenti diagnostici ottici nel tumore a cellule renali

Barwari K. 1, De Bruin D. M. 1,2, Faber D. J. 2,3, Van Leeuwen T. G. 2,4, De La Rosette J. J. 1, Laguna M. P. 1

1 Department of Urology, Academic Medical Centre, University of Amsterdam, Amsterdam, the Netherlands;
2 Biomedical Engineering and Physics, Academic Medical Centre, University of Amsterdam, Amsterdam, the Netherlands;
3 Department of Ophthalmology, Academic Medical Centre, University of Amsterdam, Amsterdam, the Netherlands;
4 Mira Institute for biomedical technology and technical medicine University of Twente, the Netherlands


PDF  


Nella medicina moderna l’utilizzo dell’imaging addominale profondo ha portato a un drastico cambiamento nella presentazione dei tumori renali. I tumori più piccoli e di conseguenza le masse più benigne sono state rilevate e, considerato che le linee guida generali sconsigliano l’uso sistemico di biopsie della massa renale, diventa altamente auspicabile uno strumento dedicato alla valutazione della biologia dei tumori renali. Oltre ai nuovi sviluppi nelle attuali metodologie diagnostiche applicate, diversi gruppi di ricerca si stanno concentrando sulle potenzialità delle tecniche di diagnostica ottica atte a contribuire al processo diagnostico dei tumori renali. Queste utilizzano l’interazione della luce con i tessuti biologici per raccogliere informazioni sulle proprietà ottiche di un campione di tessuto e quindi fornire informazioni sulla composizione istologica del tessuto stesso, in modo non invasivo e in tempo reale. Nella presente review forniamo una panoramica delle nuove tecniche diagnostiche partendo dal futuro delle metodologie diagnostiche convenzionali quali l’Ecografia con mezzo di contrasto (CEUS) e la tomografia a emissione di positroni con co-registrazione TC (PET-TC) e proseguendo con le tecnologie potenzialmente impiegate nel prossimo futuro per migliorare il processo diagnostico dei tumori renali, con particolare attenzione alle tecniche di diagnostica ottica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

k.barwari@amc.uva.nl