Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2010 Settembre;62(3) > Minerva Urologica e Nefrologica 2010 Settembre;62(3):231-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

REVIEW  RICERCHE IN UROLOGIA


Minerva Urologica e Nefrologica 2010 Settembre;62(3):231-9

lingua: Inglese

Approccio personalizzato alla prognosi del cancro prostatico

Donovan M. J. 1, Costa J. 1,2, Cordon-Cardo C. 1,3

1 Aureon Biosciences, Inc, Yonkers, NY, USA;
2 Department of Pathology and Comprehensive Cancer Center, Yale School of Medicine, New Haven, CT, USA;
3 Departments of Pathology and Urology and the Herbert Irving Comprehensive Cancer Center, Columbia University, New York, NY, USA


PDF  


La medicina personalizzata nel trattamento dei pazienti affetti da cancro prostatico è limitata all’integrazione di dati dei pazienti come l’età, il rischio genetico e comorbilità con variabili clinico-patologiche specifiche, tra cui il livello sierico del prostate specific antigen (PSA), l’imaging e caratteristiche dei campioni della biopsia prostatica diagnostica con ago o della prostatectomia, tra cui la differenziazione tumorale (Gleason), il volume e l’estensione della patologia (dimensione della neoplasia e/o percentuale, numero di “cores” positivi alla diagnosi o stadiazione patologica postoperatoria, compresa la valutazione dei margini). Sebbene lo sviluppo di diversi strumenti statistici clinici come i nomogrammi hanno fornito un meccanismo per valutare diverse variabili, la maggior parte degli urologi si basa su caratteristiche prognostiche di base realtive alla stadiazione, al grado e al PSA insieme alla valutazione clinica per definire e comprendere il rischio individuale e predire i risultati clinici. Inoltre, a differenza di altri tumori come il cancro della mammella, non vi sono studi diagnostici ancillari di routine sul campione di biopsia con ago della prostata o della prostatectomia per supportare e raffinare il processo di decisione terapeutica nel singolo paziente. In questa revisione, gli Autori forniranno un riassunto della attuale pratica di modelli statistici predittivi nel cancro della prostata e valuteranno come i progressi tecnici nell’istologia funzionale abbiano giocano un ruolo nello sviluppo ed incorporazione di una piattaforma basata su sistemi per fornire un profilo di rischio paziente-specifico utile nei processi di decisione clinica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

michael.donovan@aureon.com