Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2010 September;62(3) > Minerva Urologica e Nefrologica 2010 September;62(3):219-23

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Urologica e Nefrologica 2010 September;62(3):219-23

lingua: Inglese

Serenoa repens (Permixon®) riduce le complicanze intra- e postoperatorie dei trattamenti chirurgici per l’iperplasia prostatica benigna

Anceschi R. 1, Bisi M. 2, Ghidini N. 2, Ferrari G. 2, Ferrari P. 2

1 First Urologic Clinic, University of Milan, Milan, Italy;
2 Department of Urology, Hesperia Hospital, Modena, Italy


PDF  


Obiettivo. Scopo di questo studio era valutare l’efficacia del pretrattamento con Serenoa repens (Permixon®) circa la riduzione delle complicanze intra- e postoperatorie dei trattamenti chirurgici per l’iperplasia prostatica benigna (benign prostatic hyperplasia, BPH).
Metodi. Sono stati arruolati nello studio un totale di 144 pazienti con BPH, candidati all’asportazione della prostata per via transuretrale (transurethral resection of the prostate, TURP) e alla prostatectomia a cielo aperto (open prostatectomy, OP). I pazienti sono stati randomizzati per essere sottoposti a un pretrattamento giornaliero con 320 mg di Serenoa repens (Permixon®) per due mesi prima dell’intervento (G1) o per essere sottoposti a intervento chirurgico senza alcun pre-trattamento (G2). I decorsi preoperatori e postoperatori di ogni paziente sono stati attentamente monitorati.
Risultati. Dei 144 pazienti arruolati, 24 sono usciti dallo studio: 10 del G1 e 14 del G2. Nel G1 la durata dell’intervento chirurgico è stata significativamente inferiore rispetto al G2 (59,8 minuti versus 66,6 minuti, rispettivamente; P<0,001), non sono state osservate complicanze intraoperatorie (0% versus 15% del gruppo di controllo; P=0,001) e la necessità di trasfusioni è stata notevolmente inferiore (0% nel G1 versus 38,33% nel G2; P<0,001). Il decorso postoperatorio è stato significativamente più favorevole nel G1 (con una minore durata di cateterizzazione: 64,95 ore nel G1 versus 91,7 ore nel G2; P<0,001). È stata anche osservata una significativa modificazione dei parametri emodinamici e la durata del ricovero ospedaliero è stata significativamente minore nel gruppo dei pretrattati (5,92 giorni nel G1 versus 7,92 giorni nel G2; P<0,001).
Conclusioni. Questi dati suggeriscono che il pretrattamento con Serenoa repens prima dell’intervento chirurgico (TURP o OP) per la BPH è efficace per ridurre le complicanze intra- e postoperatorie.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

pferrari@hesperia.it