Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2010 March;62(1) > Minerva Urologica e Nefrologica 2010 March;62(1):67-80

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,984


eTOC

 

REVIEW  EMODIALISI: IERI, OGGI E DOMANI


Minerva Urologica e Nefrologica 2010 March;62(1):67-80

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Complicanze cardiovascolari acute dell’emodialisi

Coppolino G. 1, 2, 3, Lucisano G. 3, Bolignano D. 2, Buemi M. 2

1 Unità Operativa Complessa di Nefrologia e Dialisi, Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” Catanzaro, Italia 2 Sezione di Nefrologia, Dipartimento di Medicina Interna, Università di Messina, Messina, Italia 3 Unità Operativa Complessa di Nefrologia e Dialisi, Università “Magna Grecia” di Catanzar, Catanzaro, Italia


PDF  


Nei pazienti affetti da insufficienza renale cronica in trattamento emodialitico, il tasso di mortalità per complicanze cardiovascolari è 10-100 volte superiore alla popolazione generale. Il maggior tasso di mortalità non è dovuto soltanto all’influenza dei tradizionali fattori di rischio, come l’ipertensione arteriosa, il diabete, l’obesità, la dislipidemia e il fumo, ma anche a fattori specifici dei pazienti uremici. Le complicanze acute comunemente si sviluppano durante le sedute emodialitiche (hemodialysis treatments, HD) di routine a causa dell’instabilità del sistema cardiovascolare. Gli autori propongono una revisione delle principali complicanze cardiovascolari durante le HD, dall’ipotensione all’ipertrofia ventricolare, dalle aritmie alla morte improvvisa, fino all’ischemia miocardica. Un gran numero di alterazioni cardiache e vascolari periferiche strutturali e funzionali, sempre tra loro strettamente correlate, tra cui gli squilibri idroelettrolitici, l’instabilità emodinamica e lo stress neuro-umorale determinano un sovraccarico sul miocardio e sono correlati all’insorgenza delle diverse complicanze cardiovascolari.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

buemim@unime.it