Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2009 December;61(4) > Minerva Urologica e Nefrologica 2009 December;61(4):397-410

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,984


eTOC

 

  UN AGGIORNAMENTO IN NEFROLOGIA NEL 2009


Minerva Urologica e Nefrologica 2009 December;61(4):397-410

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Nuovi approfondimenti dei meccanismi della permselettività glomerulare

Fissell W. H. 1, Humes H. D. 2

1 Department of Nephrology and Hypertension, Glickman Urological and Kidney Institute, Cleveland Clinic, Cleveland, OH, USA 2 Department of Internal Medicine, University of Michigan, Ann Arbor, MI, USA


PDF  


La proteinuria è emersa come fattore di predizione per l’evoluzione da insufficienza renale a malattia renale terminale, giocando un importante ruolo patogenico nella perdita della funzione renale. È stato osservato come il controllo della proteinuria sia fondamentale nel rallentamento della progressione della malattia, e numerosi trattamenti che sembrerebbero ridurre la proteinuria sono stati presi in considerazione e sono ormai rientrati nella pratica clinica. Nonostante la crescente importanza attribuita al ruolo della proteinuria, i meccanismi tramite i quali il rene trattiene proteine nel sangue rimangono in letteratura oggetti di dibattito. Negli ultimi dieci anni grande rilievo è stato dato ai meccanismi di ritenzione proteica renale che vanno oltre il semplice filtro molecolare. Tale rinnovato interesse nella fisiologia renale è estremamente interessante, e nuovi studi potrebbero portare al superamento dei trattamenti per le malattie renali basati sui meccanismi molecolari. In questa review vengono presentate quattro scuole di pensiero riguardanti la ritenzione proteica renale, tre provenienti da altri gruppi e una riguardante l’ipotesi degli stessi autori. Tale lavoro propone discussioni e dati che supportano o confutano ciascuna ipotesi, senza peraltro sostenere o confutare l’una o l’altra.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

fisselw@ccf.org