Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2009 March;61(1) > Minerva Urologica e Nefrologica 2009 March;61(1):55-60

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Urologica e Nefrologica 2009 March;61(1):55-60

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Attivazione di specie di ossigeno reattivo e sistema renina angiotensina in sede intrarenale nella nefropatia da IgA

Ohashi N., Urushihara M., Kobori H.

Department of Physiology, and Hypertension and Renal Center of Excellence, Tulane University Health Sciences Center, New Orleans, LA, USA


PDF  


La nefropatia da immunoglobuline A (IgA) è riconosciuta in tutto il mondo come la più frequente glomerulopatia primitiva. Sebbene i meccanismi che sottostanno allo sviluppo della nefropatia da IgA vengano gradualmente e progressivamente chiariti, rimangono ancora oscuri numerosi dettagli, e la terapia curativa radicale di questa malattia non è stata ancora stabilita. È stato dimostrato clinicamente che le immunoreattività dell’eme-ossigenasi 1 (HO-1) e della 4-idrossi-2-nonenale (4-HNE) intrarenali - marcatori di specie di ossigeno reattivo (ROS) - e quelle dell’angiotensinogeno (AGT) e dell’angiotensina II (Ang II) intrarenale - marcatori del sistema renina angiotensina (RAS) - nei pazienti affetti da nefropatia da IgA erano significativamente aumentate rispetto a quelle dei soggetti controllo. In uno studio sperimentale condotto su animali, topi “high IgA of ddY” (HIGA) sono stati utilizzati come modello di nefropatia da IgA e confrontati con topi BALB/c, impiegati come controllo. I livelli dei marcatori dei ROS (8-isoprostano urinario e 4-HNE intrarenale), del RAS (AGT e Ang II intrarenali), e il danno renale nei topi HIGA erano risultati significativamente aumentati rispetto a quelli nei topi BALB/c. Inoltre, uno studio intervenzionale, in cui sono stati impiegati topi HIGA, ha dimostrato che l’espressione di 2 linee di marcatori di ROS intrarenale (4-HNE e HO-1), 2 linee di marcatori di RAS intrarenale (AGT e Ang II) e il danno renale diminuivano significativamente nei topi HIGA sottoposti a trattamento con olmesartan, antagonista del recettore dell’Ang II, ma non nei topi HIGA che avevano ricevuto un trattamento basato su farmaci antipertensivi indipendenti da RAS (idralazina, reserpina, e idroclorotiazide), quando confrontati con topi HIGA che non avevano ricevuto alcun trattamento. Questi risultati suggeriscono il fatto che l’attivazione intrarenale di ROS e RAS giochi un ruolo fondamentale nello sviluppo della nefropatia da IgA.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail