Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2008 June;60(2) > Minerva Urologica e Nefrologica 2008 June;60(2):71-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Urologica e Nefrologica 2008 June;60(2):71-6

Copyright © 2008 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Trattamento con dutasteride nel tumore prostatico ormonerefrattario

Arena F.

Struttura Semplice di Urologia Ospedale S. Maria, Borgo Val di Taro Parma, Italia


PDF  


Obiettivo. La maggioranza dei pazienti con tumore prostatico in stadio avanzato risponde al blocco androgenico sia in associazione che senza gli antiandrogeni. La progressione alla androgeno indipendenza avviene tra i 2 e i 5 anni ed è caratterizzata dalla progressione biochimica o strumentale della malattia, malgrado i livelli di testosteronemia come da castrazione. La dutasteride, un inibitore della 5-α reduttasi di tipo 1 e 2, è utilizzato per il trattamento dell’ipertrofia prostatica benigna (IPB). L’espressione della 5-α reduttasi di tipo 1 è maggiore nei tumori prostatici rispetto all’IPB, mentre non è stato osservato alcun cambiamento nell’espressione della 5-α reduttasi di tipo 2 per i tumori prostatici metastatici rispetto all’IPB. Il più alto livello di entrambi gli isoenzimi nel tumore prostatico metastatico e recidivo dopo deprivazione androgenica può riflettere un meccanismo selettivo di adattamento all’amplificazione dei restanti segnali androgenici. L’obiettivo di questo studio prospettico è quello di valutare l’utilità clinica del trattamento con dutasteride nei pazienti con tumore prostatico ormonoresistente.
Metodi. Dal marzo 2005 al dicembre 2007, sono stati valutati in maniera prospettica 8 pazienti con tumore prostatico ormonorefrattario. Tutti i pazienti, dopo la sospensione dell’antiandrogeno e successiva risalita del PSA, erano stati trattati con docetaxolo e prednisone (5 casi) o con ketoconazolo e idrocortisone (3 casi). La terapia consisteva in unica somministrazione di 2 compresse da 0,5 mg di dutasteride/die. La risposta terapeutica è stata evidenziata solo se presente una riduzione del PSA >50% o del 75% confermato dopo 4 settimane dall’inizio della terapia.
Risultati. Il follow-up medio è stato di 9 mesi (21-4 mesi). La riduzione del PSA >50% o >75% si è evidenziata rispettivamente in 4 (50%) e 6 pazienti (75%). In nessuno dei casi si è avuta una normalizzazione delle lesioni ossee alla scintigrafia ossea o una risposta parziale ai criteri della tomografia computerizzata. La durata di risposta media è stata di 6,9 mesi, range (0-21 mesi). Due (25%) degli 8 pazienti sono deceduti a distanza di 6 e 10 mesi, ed entrambi non avevano avuto alcuna risposta alla terapia con dutasteride. Solo 1 degli 8 pazienti ha riferito dispepsia durante il trattamento con dutasteride.
Conclusioni. L’attività 5-α reduttasica di tipo 1 e tipo 2 è espressa nelle cellule dell’epitelio prostatico, in quelle stromali e in quelle del tumore prostatico. L’espressione genica della sintetasi degli acidi grassi è influenzata dalla terapia con dutasteride che la inibisce attraverso il blocco della via che regola lo sterolo legante le proteine, il quale a sua volta regola la stimolazione androgenica. L’aggiunta di un duplice inibitore delle 5-α reduttasi alla terapia antiandrogena può inibire ulteriormente la crescita tumorale riducendo la concentrazione del diidrotestosterone intracellulare, il quale è il maggiore mediatore androgenico dell’espressione genica del PSA nelle linee cellulari di tumore prostatico. Questi dati forniscono il razionale per l’utilizzo della dutasteride nel tumore prostatico ormonorefrattario. Dai dati riportati risulta utile un trattamento con dutasteride nel tumore prostatico ormonorefrattario.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail