Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2007 June;59(2) > Minerva Urologica e Nefrologica 2007 June;59(2):125-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Urologica e Nefrologica 2007 June;59(2):125-9

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Resezione transuretrale della prostata: avanzamento tecnologico con resettore bipolare plasmacinetico Gyrus

Falsaperla M. 1,2, Cindolo L. 3, Saita A. 1, Polara A. 1, Bonaccorsi A. 1, Scavuzzo A. 1, Motta M. 1, Morgia G. 2

1 Department of Urology University of Catania, Catania, Italy
2 Department of Urology University of Sassari, Sassari, Italy
3 Urology Unit G. Rummo Hospital, Benevento, Italy


PDF  


Obiettivo. Riportiamo la nostra esperienza circa la resezione bipolare plasmacinetica della prostata nel trattamento dell’ostruzione vescicale per iperplasia prostatica benigna (benign prostatic hyperplasia, BPH), prendendo in considerazione variabili intraoperatorie e risultati a breve termine.
Metodi. Trecentottantanove pazienti affetti da BPH sintomatica sono stati sottoposti a resezione transuretrale della prostata utilizzando la tecnica bipolare plasmacinetica, dal dicembre 2001 al luglio 2004. Le resezioni bipolari della prostata sono state effettuate utilizzando il PlasmaKinetic Tissue Management System (Gyrus Medical Ltd., UK). Preoperatoriamente, sono stati registrati i dati inerenti l’esplorazione rettale, il livello di emoglobina, del PSA totale, l’ecografia transrettale, l’International- Prostate Symptom Score (I-PSS) e i parametri dell’uroflussimetria. I pazienti sono stati valutati per quanto riguarda la sicurezza e l’efficacia della tecnica, valutando le complicanze intraoperatorie e postoperatorie e misurando sia il I-PSS, sia il valore di massimo flusso (Qmax) dopo 12 mesi.
Risultati. Il tempo operatorio medio è stato di 89 min (range 48-121 min); il peso medio del tessuto prostatico resecato (misurato da una bilancia elettronica) è stato di 49,6 g (32-67 g). Il decremento medio dei valori di emoglobina è stato di 1,1 g/dl (range 0,5-1,9) con un tempo medio di cateterizzazione di 1,3 giorni (range 1-5). L’incremento di Qmax variava tra 120 e 230% (media 190%) 12 mesi dopo l’intervento chirurgico. Parallelamente, il decremento di IPSS era compreso tra 48% e 86% (media 79%). La ritenzione urinaria acuta postoperatoria, le stenosi uretrali, la sclerosi del collo vescicale e l’incontinenza urinaria si sono verificate nel 1,57%, 2,57%, 1,28% e 0,77% dei pazienti, rispettivamente.
Conclusioni. La resezione transuretrale della prostata con strumento bipolare plasmacinetico rappresenta un’opzione sicura ed efficace nel trattamento di BPH sintomatica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail