Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2007 March;59(1) > Minerva Urologica e Nefrologica 2007 March;59(1):99-107

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Urologica e Nefrologica 2007 March;59(1):99-107

lingua: Inglese

Cistectomia radicale per il carcinoma uroteliale della vescica: miglioramenti attuali

Manoharan M., Ayyathurai R.

Department of Urology, Miller School of Medicine University of Miami, Miami, FL, USA


PDF  


La cistectomia radicale (radical cystectomy, RC) rappresenta un trattamento efficace per il carcinoma della vescica con alto grado di invasività muscolare. Altri trattamenti, quali la chemioradiazione e l’asportazione per via transuretrale del tumore vescicale quali monoterapia, non vengono generalmente considerati efficaci quanto la RC. La RC rappresenta una procedura chirurgica maggiore associata con una morbidità e una mortalità significative. Tuttavia, nell’ultimo decennio, si sono avuti progressi significativi circa alcuni aspetti della RC, quali l’assistenza perioperatoria, la strumentazione e le tecniche chirurgiche, che hanno migliorato significativamente il decorso postoperatorio. Per l’esecuzione di una RC vengono utilizzati diversi approcci, quali quello a cielo aperto, quello laparoscopico e quello robotizzato. Strumenti quali gli stapler vascolari e le legature hanno diminuito la perdita di sangue e la necessità di ricorrere a trasfusioni. In questo articolo viene passata in rassegna la letteratura scientifica e vengono discussi i diversi progressi fatti nel tentativo di migliorare il decorso postoperatorio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail