Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2006 June;58(2) > Minerva Urologica e Nefrologica 2006 June;58(2):213-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Urologica e Nefrologica 2006 June;58(2):213-9

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Studio delle caratteristiche meccaniche della vescica umana e applicazione in un modello agli elementi finiti per lo studio del pavimento pelvico

Marino G 1, Bignardi C. 2, Pacca M. 2, Ravarino N. 3, Mosso L. 3, Motta M. 3

1 Unità Operativa di Urologia e Patologia Ospedale Mauriziano, Torino
2 Dipartimento di Meccanica Politecnico di Torino, Torino
3 Istituto di Anatomia Patologica Ospedale Mauriziano, Torino


PDF  


Obiettivo. A tutt’oggi non esiste nella clinica diagnostica un esame radiologico in grado di fornire una immagine tridimensionale real time dinamica degli organi e delle strutture di sostegno della pelvi esaminata in condizioni di stress, regressioni fisiologiche e alterazioni patologiche. Il lavoro descrive le caratteristiche meccaniche della vescica umana, l’applicazione di tali dati in un modello numerico tridimensionale agli elementi finiti della pelvi e l’elaborazione dello stesso considerato con o senza alcune strutture legamentose di sostegno della pelvi.
Metodi. È stato costruito un modello numerico tridimensionale agli elementi finiti della pelvi umana, utilizzando immagini di tomografia computerizzata (TC) e i programmi Mimics (Materialise), Rhinoceros (Robert Mc Neel and Associates), Patran (MSC) e Marc (MSC). Sono state studiate le caratteristiche meccaniche in vitro di campioni vescicali umani prelevati da vesciche asportate per neoplasia. I risultati sono stati inseriti in un modello numerico. Dopo la definizione dei vincoli e dei carichi applicati, sono state effettuate la simulazione e l’analisi strutturale numerica con e senza alcune strutture legamentose unenti il pube alla fascia pelvica e al tratto cervico uretrale.
Risultati. Lo studio delle caratteristiche meccaniche della vescica ha rilevato che tratti della parete laterale, del trigono e della parete anteriore hanno proprietà strutturali diverse correlabili alla disposizione topografica delle fibre muscolari del detrusore e al suo spessore. L’analisi dinamica eseguita senza la considerazione dei legamenti di sospensione del tratto cervico uretrale e della fascia pelvica ha dimostrato che la deflessione anatomica della fascia pelvica modifica la distribuzione dei carichi in modo centripeto sollecitando maggiormente il tratto perineale e lo sfintere.
Conclusioni. Lo studio ha messo in risalto che strutture note come la fascia pelvica e i legamenti uretro pelvici, pubo vescicali e pubo uretrali sono gli elementi cardine dell’apparato di sostegno dai quali non si può prescindere in un’analisi numerica di tipo dinamico. Per la prima volta in letteratura sono state studiate le caratteristiche meccaniche della parete vescicale umana e sono state introdotte in un modello numerico. La simulazione dinamica del modello tridimensionale considerato in assenza dei legamenti conferma il ruolo delle tecniche chirurgiche di ricostruzione di tali strutture che vengono sezionati nella chirurgia demolitiva.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail