Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2006 June;58(2) > Minerva Urologica e Nefrologica 2006 June;58(2):161-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Urologica e Nefrologica 2006 June;58(2):161-9

lingua: Inglese

Prevenzione delle infezioni correlate alla dialisi peritoneale

Piraino B.

Renal Electrolyte Division University of Pittsburgh School of Medicine Pittsburgh, PA, USA


PDF  


La peritonite rappresenta ancora un grave problema, potenzialmente letale, per i pazienti che si sottopongono a dialisi peritoneale. Per migliorare il decorso di questi pazienti l’attenzione deve focalizzarsi sulla prevenzione della peritonite. Questo è possibile ponendo maggiore attenzione all’addestramento degli operatori, alle metodiche utilizzate, ai protocolli relativi al posizionamento del catetere per la dialisi peritoneale. Per prevenire la peritonite correlata al catetere, si raccomanda l’applicazione giornaliera di una crema alla gentamicina a livello dell’accesso cutaneo del catetere. Altre cause di peritonite comprendono quelle intestinali, quelle fungine, spesso correlate a terapia antibiotica prolungata, e quelle secondarie a interventi chirurgici. Le peritoniti recidivanti e le infezioni refrattarie del sito di inserzione del catetere dovrebbero essere gestite con la sostituzione del catetere. Ogni programma di dialisi peritoneale deve essere attentamente controllato in ogni suo passaggio per poter determinare la causa della peritonite e per poter intraprendere le misure adatte a prevenirne ulteriori episodi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail