Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2006 Giugno;58(2) > Minerva Urologica e Nefrologica 2006 Giugno;58(2):99-115

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Urologica e Nefrologica 2006 Giugno;58(2):99-115

lingua: Inglese

Emodialisi giornaliera nel 2006: lo stato dell’arte

Pierratos A. 1, McFarlane P. 2, Chan C. T. 3, Kwok S. 1, Nesrallah G. 1

1 Humber River Regional Hospital University of Toronto, Toronto, ON, Canada
2 St. Michael’s Hospital University of Toronto, Toronto, ON, Canada
3 Toronto General Hospital University Health Network University of Toronto, Toronto, ON, Canada


PDF  


La necessità di migliorare il decorso della dialisi, i risultati negativi emersi dagli studi HEMO e ADEMEX e i dati riguardanti i benefici clinici hanno fatto rinascere l’interesse nei confronti dell’emodialisi giornaliera. Sebbene non siano stati pubblicati dati di studi clinici randomizzati e controllati, un grande numero di lavori ha descritto i benefici significativi della dialisi quotidiana, sia notturna sia diurna, nota anche come emo(dia)filtrazione. Essi comprendono il miglioramento della qualità di vita, la stabilità emodinamica, il controllo della pressione arteriosa con pochi farmaci, il controllo dell’anemia, il miglioramento dell’ipertrofia cardiaca e il miglioramento dello stato nutrizionale. Inoltre, l’emodialisi quotidiana notturna consente una dialisi più efficace ed è stato affermato che essa migliora la funzionalità delle cellule endoteliali e delle loro cellule progenitrici, migliora la variabilità della frequenza cardiaca, della qualità del sonno e del controllo dei fosfati, consentendo inoltre una dieta senza restrizioni. Diversi studi hanno sottolineato il minor costo globale e il miglior rapporto costo/beneficio correlati all’emodialisi quotidiana a domicilio. Gli ostacoli al suo utilizzo più ampio sono rappresentati dai problemi legati al rimborso delle spese, almeno per alcuni Paesi, dalla volontà e capacità dei pazienti di fare l’emodialisi a casa e dalla disponibilità di macchinari facili da usare. è attualmente in corso uno studio clinico prospettico, randomizzato e controllato, sponsorizzato dal National Institutes of Health (NIH) e dal US Centers for Medicare and Medicaid services (CMS), che sarà fondamentale per confermare questi benefici e per convincere gli incerti sulla necessità di promuovere l’utilizzo dell’emodialisi giornaliera.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail