Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2005 December;57(4) > Minerva Urologica e Nefrologica 2005 December;57(4):261-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

REVIEWS  


Minerva Urologica e Nefrologica 2005 December;57(4):261-9

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Ablazione di tumore renale tramite radiofrequenza

Slabaugh T. K., Ogan K.

Department of Urology Emory University Medical Center, Atlanta, GA, USA


PDF  


La chirurgia che risparmi il neurone è divenuta l’obiettivo standard del trattamento dei tumori renali di piccole dimensioni (<4 cm). Più recentemente, l’ablazione del tumore renale, distruggendo i tumori renali con modalità che utilizzano fonti di energia e che lasciano il tessuto in situ, ha guadagnato popolarità. L’ablazione tramite radiofrequenza (radiofrequency ablation, RFA) utilizza l’energia del calore per distruggere le cellule. La RFA può essere applicata per via laparoscopica, per via per cutanea e come metodo aggiuntivo nel caso della nefrectomia parziale.
Per identificare gli articoli sulla RFA renale è stata eseguita un’esaustiva ricerca con MEDLINE della letteratura Inglese a partire dal 1990.
La RFA è un trattamento alternativo, minimamente invasivo ed efficace per trattare le piccole masse renali in pazienti con comorbidità significative che non consentono di eseguire interventi chirurgici di tipo estirpativi. Il follow-up limitato di un certo numero di casi ha dimostrato un tasso di successo pari al 92%.
La RFA si è dimostrata un’efficace terapia ablativa in un certo numero di sistemi d’organo. Negli scorsi 10 anni essa è stata applicata al trattamento di tumori renali di piccole dimensioni. L’efficacia a breve termine e la minima morbidità della terapia termica a radiofrequenza per i tumori renali è stata incoraggiante. La RFA rappresenta un valido strumento che si aggiunge all’armamentario degli urologi per il trattamento minimamente invasivo del cancro renale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail