Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2005 September;57(3) > Minerva Urologica e Nefrologica 2005 September;57(3):129-39

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

REVIEWS  


Minerva Urologica e Nefrologica 2005 September;57(3):129-39

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Nuove combinazioni per il trattamento dell’ipertensione

Sica D. A.

Division of Nephrology Virginia Commonwealth University Health System Richmond, VA, USA


PDF  


Raramente un trattamento efficace per l’ipertensione deve essere multifarmacologico. Le combinazioni multifarmacologiche che dominano la pratica clinica, comprendono tipicamente un diuretico di tipo tiazidico associato o a un inibitore dell’enzima convertente l’angiotensina o a un bloccante del suo recettore o a un β-bloccante. D’altra parte, vi sono diverse scelte farmacologiche in grado di incrementare la diminuzione della pressione arteriosa, ma tutte troppo spesso non sono apprezzate per la loro efficacia. Tali tipi di combinazioni farmacologiche comprendono la sostituzione dei diuretici all’interno della stessa classe, la combinazione di un diuretico di tipo tiazidico con un bloccante il canale del calcio, l’utilizzo di 2 bloccanti del canale del calcio appartenenti a classi diverse, l’aggiunta di un antagonista del recettore per l’aldosterone a qualsiasi dei farmaci appartenenti ad altre classi, così come l’aggiunga di nitrati a qualsiasi altra classe di farmaci. Tali nuovi approcci terapeutici offrono utili opzioni per il trattamento del paziente iperteso altrimenti difficile da gestire.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail