Home > Riviste > Minerva Urologica e Nefrologica > Fascicoli precedenti > Minerva Urologica e Nefrologica 2004 June;56(2) > Minerva Urologica e Nefrologica 2004 June;56(2):165-71

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA UROLOGICA E NEFROLOGICA

Rivista di Nefrologia e Urologia


Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,536


eTOC

 

REVIEWS  


Minerva Urologica e Nefrologica 2004 June;56(2):165-71

lingua: Inglese

Deprivazione androgenica neoadiuvante prima della prostatectomia radicale: revisione della letteratura

Selli C., Milesi C.

Division of Urology, Department of Surgery University of Pisa, Pisa, Italy


PDF  


La deprivazione androgenica neoadiuvante (neoadjuvant androgen deprivation, NAD) con l’impiego di analoghi dell’LHRH e antiandrogeni prima della prostatectomia radicale è stata oggetto di numerosi studi clinici randomizzati nell’ultimo decennio.
Dal punto di vista istopatologico, essi dimostrano che tale trattamento determina una riduzione dell’incidenza dei margini chirurgici positivi statisticamente significativa rispetto ai pazienti trattati con la sola chirurgia, e la durata ottimale del trattamento preoperatorio non è stata ancora determinata. Comun-que, l’incidenza di invasione delle vescicole seminali e di metastasi ai linfonodi pelvici non risulta diversa rispetto ai controlli.
Dal punto di vista della tecnica chirurgica, non sono state osservate differenze riguardo alla durata dell’intervento e alla perdita ematica, mentre i pazienti trattati con NAD tendono a presentare maggiori difficoltà alla dissezione chirurgica.
Gli studi con un periodo di controllo più lungo non dimostrano un vantaggio in termini di progressione del PSA per i pazienti trattati, mentre non sono ancora disponibili dati riguardanti la sopravvivenza specifica per tumore. Pertanto le informazioni disponibili indicano che la NAD prima della prostatectomia radicale non deve essere considerata al di fuori di studi clinici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail